martedì, aprile 10, 2007

La Stampa... no grazie!

Leggo con un certo stupore si iblog.it la storia dell'oscuramento del sito di Marco Giacosa reo di avere contestato un concorso fotografico lanciato dal quotidiano torinese.

Non vi racconto la storia ben illustrata da iblog.it e non entro nel merito della complessa diatriba anche se a occhio sembra proprio che uno dei premi sia andato a una foto in rete da anni, ma vorrei fare qualche considerazione.

Più che la idea di una azione di censura, intendiamoci assolutamente riprovevole, mi colpisce la stupidità della decisione e la scarsissima conoscenza della rete e dei suoi meccanismi dimostrata da chi la decisione ha preso.

Non avere capito che in una rete cooperative e connessa come è la rete di oggi il re è più nudo che mai è sintomo di grande stoltezza. Pensavano forse i nostri eroi quando hanno bloccato il blog che la cosa si sarebbe risolta così in sordina?

La mia reazione è stata immediata e istintiva: sono andato sul mio aggregatore ed ho cancellato ogni riferimento ai siti e ai blog che afferiscono a La stampa. Mi dispiace un poco per il blog di Anna Masera, ma credo che chi si comporta in questo modo non merita il mio traffico.

Certo è piccola cosa e se ne faranno certamente una ragione, ma mi è sembrata un giusto gesto di solidarietà nei confronti di Giacosa che ha aperto qui un nuovo blog.

bob

PS intendiamoci se il concorso è stato condotto in modo cristallino e c'è una spiegazione a tutto questo una spiegazione sarebbe stata atteggiamento MOLTO più intelligente!

2 commenti:

  1. mi trovi d'accordo. e infatti tutto quello che si sta chiedendo è di fare chiarezza. ma non tramite (sterili, per me) comunicati stampa. ma con particolari che contrastino la versione che ormai è stra-conosciuta. se effettivamente tutto è stato condotto in maniera limpida e cristallina non vedo dove stia il problema.http://

    RispondiElimina
  2. Ciao

    Per fare un po' di chiarezza sui fatti significativi della vicenda

    http://www.pasteris.it/blog/2007/04/12/sul-caso-dei-blog-sospesi-di-lastampait/

    VP

    RispondiElimina

Si è verificato un errore nel gadget

Qualche esperimento...