giovedì, settembre 26, 2013

Caro Giacomo, non hai capito niente!


Sulla questione della vendita di Telecom  a Telefonica sono agnostico, mi sento un po' come probabilmente si sente un cittadino dell'Oregon se una azienda locale viene venduta a una società Californiana, io mi sento Europeo e, se le cose poi funzionano, a me va bene così.

Questa mattina ho sentito alla radio la dichiarazione di un signore che di sicurezza dovrebbe sapere qualche cosa visto che è presidente del Copas, il Comitato Parlamentare per la Sicurezza della Repubblica "pone seri problemi di sicurezza nazionale, visto che la rete Telecom è la struttura più delicata del Paese, attraverso cui passano tutte le comunicazioni dei cittadini italiani ed anche quelle più riservate".

Come spesso accade per i politici capire che mestiere facesse Giacomo Stucchi prima di entrare in politica è molto difficile, spero per lui si occupasse di cose che con la rete non hanno nulla a che fare perché mi pare chiaro che non ne capisce nulla e mi colpisce il fatto che il presidente di una commissione tanto importante prima di dire certe stupidaggini non faccia quattro chiacchiere con un esperto.

Se è vero che comunicazioni tanto riservate viaggiano in rete in chiaro in modo da potere essere lette da chiunque le catturi il problema non è di chi sia la infrastruttura, per la natura stessa della rete fa poca differenza, il problema è di quel coglione che ha pensato di mandare informazioni riservate senza proteggere non il canale, ma il messaggio!  Sarebbe come mandare informazioni riservate scrivendole su una cartolina e lamentarsi perché il postino la legge e la racconta a suo cugino, la soluzione non è usare postini non vedengi, la soluzione è un busta.

E' la vecchia concezione della sicurezza come castello impenetrabile, molto meglio proteggere le informazioni  e non l'accesso utilizzando per esempio una bella firma digitale che rende praticamente impossibile leggere le informazioni anche se riesco a catturarle.

E' l'ABC della sicurezza, il fatto che la cosa venga ignorata da chi si occupa nientemeno della sicurezza della Repubblica mi disturba molto di più di quanto non mi possa disturbare mandare i messaggi in una rete controllata da mangiatori di paella...

domenica, settembre 22, 2013

Arrivano i cinesi...


Sono stato a casa a Venezia e sono rimasto basito dalla quantità di locali anche storici che sono passati a cinesi, persino il mio bacaro preferito in fondo a via Garibaldi e il bar centrale di Campo san Bartolomeo, quello davanti alla statua di Goldoni.

Al mercato della verdura si parla più indi che veneziano.

Intendiamoci nulla contro chi viene da fuori regolarmente e vuole lavorare e spesso si rivelano molto più efficienti e volenterosi del locali, ma la cosa snatura un poco lo spirito di luoghi che mi sono nel cuore e mi fa un effetto stranissimo.

Effetto LaserWriter


Marzo 1085, costa solo quasi 7000 dollari, avete letto bene settemila, ma grazie a AppleTalk può essere condivisa da ben 16 Mac!

Per la prima volta potevamo stampare documenti che davvero sembravano stampati in tipografia e l'effetto, anche grazie a un sistema operativo attentissimo alla grafica ed alla tipografia, rispetto alle stampanti ad aghi era notevole e dava ai documenti più stupidi un aspetto professionale che permise qualche notevole scherzo e rese meno facile riconoscere documenti finali da bozze perché l'effetto visivo era esattamente lo stesso.  Poi ci siamo abituati a dimenticare l'aspetto tipografico e limitarci a giudicare dal contenuto.

Poi sono venute le pagine web ed hanno avuto un effetto simile e molto più diffuso: idiozie o satira vengono spesso, troppo spesso, prese sul serio da un sacco di gente che commenta e diffonde bufale tanto evidenti da rendere la cosa imbarazzante, ma molti vanno avanti imperterriti senza vergogna provocando una nuvola di idiozie e di commenti a idiozie che disturbano notizie vere e commenti logici.

Notizie sulla privacy in FaceBook con invito a stupide operazioni che di fatto tagliano fuori i creduloni dalla loro visibilità, improbabili uscite di uomini politici al limite della follia, bufale come quella dell'Italia con troppi parlamentari fino ad arrivare a follie come la proibizione da parte della UE dei bidet che vengono però commentate con commovente seriosità da polli che tanto polli nemmeno da Kentucky Fried Chicken si dovrebbero trovare!
Io mi chiedo, tanto per fare un esempio, come sia possibile commentare seriamente notizia come questa:
http://www.lisistrata.com/news/?p=5826http://ansiapress.com/unione-europea-multa-litalia-per-luso-del-bidet/!

SVEGLIA!

lunedì, settembre 16, 2013

Attenzione a non usare Facebook per nulla di importante! ATTO Secondo

Ho provato a rientrare e mi ritrovo bloccato di nuovo per un altro mio scritto che secondo qualcuno violerebbe i principi di Facebook.

Allora nell'altro davo della stordita a una nobildonna che mi aveva dato dell'impotente, bene qualcuno, non proprio logicamente, può avere considerato la cosa offensiva.

Ora chiedo se qualcuni può trovare qui UNA parola che sia considerabile vagamente vietata dalle regole di una comunità che evidentemente è gestita in modo farlocco.

Sto proprio ora scrivendo una relazione per una grande banca europea sulle possibilità di collegarci in qualche modo con il nuovo home banking a Facebook, il consiglio è ovviamente di lasciare perdere qualsiasi cosa di significativo, monitorare quello che si dice, rispondere e lanciare nuove iniziative tenendo pronto l'ufficio legale se succedesse come a me di essere tagliati fuori rendendo impossibili lettura di quello che si dice e risposte.

Domani sono qui http://nbv2013.asseco.com/ e sarà molto interessante spiegare ai convenuti il pericolo di investire un euro su una comunità non gestita in modo proprio.

Quando Camisani scrisse il suo libro lo ho criticato, ma comincio a pensare che non avesse proprio del tutto torto, se ci sono soldi da spendere meglio spenderli altrove in cose meglio gestite, questa gestione con blocchi fatti da gente che evidentemente non legge nemmeno quello che viene scritto va giusto bene per i ragazzini, ma non per cose minimamente legate al business.

Io da oggi solo puro e semplice cazzeggio, riapro il mio blog ed uso Facebook solo per fare sapere ai miei amici che ho fatto un post nuovo, chiedendo che nel caso venga discusso sul blog.

Dal prossimo semestre la pagina per gli studenti del corso non la metto ovviamente più e visto che si dovranno occupare di Design della comunicazione spiegherò bene loro il perché.

PS La "signora", si quella che usa impotente come offesa a persone che nemmeno conosce, aveva reagito in modo molto isterico a una osservazione fatta da un mio amico sulla strana campagna "vado tre mesi..." osservando che era poco incisiva: la sua tesi è che se non si hanno le tette non si può parlare di prevenzione del tuomore del seno.  Ogni altro commento credo sia inutile.

Share it

Qualche esperimento...