sabato, agosto 02, 2008

Le ingenuità dello zio Sam...

 Questa mattina ho sentito alla radio francese il racconto inviperito di un turista che all'ingresso negli Stati Uniti si è visto sequestrare a tempo indeterminato e senza motivazione esplicita il personal, il telefono, il lettore mp3 e persino le memorie della macchina fotografica dagli agenti della sicurezza di frontiera.   Se non avessi saputo che Marco è qui in Costa Azzurra avrei subito pensato che fosse lui dopo avere visto l'impressionante "spogliarello" tecnologico che ha fatto all'incotro con Balmer a Milano.

Intervistato dal giornalista della radio un rappresentante della amministrazione statunitense ha dichiarato, correttamente, che oggi ilcontrabbando di informazioni può essere molto più pericoloso, ai fini della lotta al terrorismo, del contrabbando di oggetti fisici.

Ebbene io mi chiedo e vi chiedo: se voi doveste portare un file negli USA senza essere scoperti vi verrebbe mai in mente di portarlo nel disco del PC?

A me certamente no!  Esistono strumenti software che permettono di codificare le informazioni in modo che siamo praticamente impossibili da decodificare (in realtà si apre tutto, ma con uno sforzo di calcolo che può essere immenso) e una tecnica, la steganografia, che permette di nascondere informazioni all'interno delle immagini.e queste sono solo due strade che mi vengono in mente e io sono tutt'altro che un esperto in materia.

I terroristi temo siano tutt'altro che stupidi...

Mi viene da sorridere pensando agli anni caldi del terrorismo quando ai posti di blocco mi fermavano regolarmente perché avevo un lunghissima barba nera e vestivo un eschimo molto vissuto ed io ogni volta mi immaginavo il brigatista rosso in gessato scuro.

O no?

bob

4 commenti:

  1. ogni volta che andavo in USA per lavoro non credevano che uno in cappellino, jeans e barba incolta potesse andare là per vendere piastrelle. la foto del passaproto mezza sollevata faceva il resto, ed i controlli erano assurdi... :)

    RispondiElimina
  2. io venivo sempre fermato perchè guidavo una Citroen GSA bianca.
    Sarà il destino di chi si chiama Roberto? :D

    RispondiElimina
  3. Non capisco in base a che criteri avvengano i sequestri; avevo sentito anch'io questa storia e quindi ho chiesto a un mio amico, che è a New York da qualche giorno. Si è portato un MacBook, un iPhone e una fotocamera, ed è passato tranquillamente. Mah, forse dipende dalla compagnia aerea? O sono controlli random?

    RispondiElimina
  4. - CORRIERE offresi per trasporto internazionale di informazioni terroristiche; sicurezza 100% attraverso qualsiasi aereoporto del mondo. Cifre modiche, uomo d'onore (garanzia silver inclusa nel prezzo: autorimozione della falange del mignolo sinistro a garanzia dell'operazione). Disponibile Opzione Mani Pulite (tu paghi, io incasso, lui trasporta), sconti quantita' (cfr. tariffe dati operatori telefonici nazionali), e assicurazioni ulteriori (garanzia gold: 2 falangi in caso di fallimento; garanzia platinum: 1 dito in caso di fallimento; garanzia universal: pollice della mano destra). Telefonare ore pasti.

    (NON E' UNO SCHERZO - ripeto - NON E' UNO SCHERZO)

    RispondiElimina

Si è verificato un errore nel gadget

Qualche esperimento...