mercoledì, gennaio 07, 2009

L'erba del vicino...

Durante la campagna presidenziale statunitense le blogstar di casa nostra erano tutte deliziate da quanto Obama considerasse la rete e la sua assoluta libertà. Quando mi sono provato a osservare che una cosa è quello che si dice in campagna elettorale, un'altra quello che si fa poi sono stato fatto a pezzi!

Notizia: Obama annuncia di avere assunto nel suo staff governativo un avvocato, tale Thomas J. Perrelli, noto per avere nel passato assistito la associazione dei discografici statunitensi nelle azioni legali intraprese contro singoli rei di avere condiviso musica in rete.

Sono segnali forti...

bob

PS Mi viene in mente scrivendo queste righe: perché noi diciamo che un ministro o un sottosegretario sono "nominati", se dicessimo, visto che si tratta di un lavoro giusamente retribuito, "assunti" forse si ricorderebbero qualche volta di essere al nostro servizio. O no?

2 commenti:

  1. Confesso di non essere molto informato, ma mi pare che Obama ha sì esaltato internet, ma mi pare si sia anche schierato a difesa della proprietà intellettuale. Ho cercato di dirlo a parole sue. A parole mie dico che non mi è sembrato molto favorevole alla pirateria

    RispondiElimina
  2. Hai ragione Nicola; la mia critica non era rivolta a Obama, ma ao nostri "guru" che hanno interpretato come piaceva a loro le sue affermazioni.

    bob

    RispondiElimina

Si è verificato un errore nel gadget

Qualche esperimento...