lunedì, aprile 19, 2010

Perché diavolo fare un sito se non si è capaci a progetarlo e gestirlo?


La mia compagna è stata per un periodo di vacanza alle Maldive ed è rimasta coinvolta nel blocco dei voli causato dal vulcano Islandese dal nome pronunciabile solo se si hanni occhi azzurri e capelli biondo cenere.  Io non ci vado mai perché l'unica isola sulla quale ho vissuto e tornerei a vivere è Manhattan.

Questa mattina mi ha chiamato da Male verso le 12 per dirmi che stava partendo, gli aeroporti di mezza Italia sono chiusi e naturalmente ho cercato di capire dove diavolo sarebbe arrivata e quando.


Meridiana Fly, ha avutoil call center irraggiungibile per tutta la giornata, la cosa è peraltro abbastanza comprensibile, quello che trovo meno comprensibile è il miserabile servizio che sia la linea aerea che gli aeroporti coinvolti hanno fornito ai clienti sui siti WEB.

Il sito di Meridiana Fly offre il servizio di tracking dei voli che dovrebbe dare in tempo reale informazioni  sullo stato e previsioni sull'arrivo del volo.   Entrandoci per tutta la giornata ottengo il messaggio che mi dice che le info non sono disponibili, verso le 20, a quaranta minuti dall'arrivo previsto, ottengo questo interessante messaggio:

Dunque l'areo è partito in orario alle 12 da Male ed è arrivato in orario alle 12 dello stesso giorno alla Malpensa malgrado l'aeroporto fosse chiuso al traffico!

La cosa è interessante perché ci impone di rivedere la teoria della relatività di Einstein che ci dice che nulla può viaggiare in modo istantaneo, nemmeno la luce che è velocissima, ma che in un secondo fa circa trecentomila chilometri.

Sulla compagnia non posso fare affidamento, ma nemmeno sul sito del più probabile aeroporto di Roma, Fiunicino, l'aeroporto più a nord operativo in grado di accettare un Airbus.  Peccato che il sito dell'aeroporto di Roma sia giù da questa mattina, prima con il folle messaggio che riporto in cima la post (a chi mai potrebbe venire inmente di mettere il sito in manutenzione in questi giorni), poi con questo messaggio:


Due le considerazioni.

Quando il sito del più importante aeroporto italiano dichiara di essere in manutenzione ci sono buone probabilità che ci stia raccontando una balla, non si manutenzione si tratta, ma di incapacità di reggere il carico del traffico.

Il sito del più grande aeroporto italiano non è progettato per gestire i picchi di traffico.  Io posso anche capire che di fronte a un traffico eccezionale un sito cada (ho gestito nel passato siti con picchi molto rilevanti), quello che non posso capire e che ritengo vergognoso è che possa restare inattivo per dieci ore!

In tempi, per esempio, di cloud computing venduto come servizio a cifre relativamente modeste predisporre le cose per poter rimettere in piedi in emergenza un sito che fornisca almeno le informazioni basilari sugli arrivi e sulle partenze e sulla operatività dell'aeroporto non dovrebbe essere cosa difficile.

Vista la impossibilità di accedere al sito dell'aeroporto e la folle informazione che mi fornisce la compagnia aerea vado a cercare sul sito dell'aeroporto previsto inizialmente per l'arrivo, quello di Milano Malpensa.

 Il sito è attivo, le informazioni sulla chiusura fino all'indomani mattina in home page sono esaurienti e ben scritte.  Vado alla pagina dei voli internazionali in arrivo e, con non poco stupore, vedo che in mezzo a tante cancellazioni il volo da Male e un paio di altri voli intercontinentali risulta operativo con tanto di ora di arrivo (la cattura è stata fatta alle 21.35, cinnque minuti prima dell'arrivo previsto):


E la cosa è confermata anche dalla scheda di dettaglio:


Qui viene confermato l'arrivo del volo, l'ora è quella giusta alla quale il volo poi sarebbe arrivato, ma non fornisce informazioni sullo stato e sopratutto non dice nulla del fatto più importante: il volo è stato dirottato su Roma.

La prima impressione che ho avuto è che si trattasse di uno dei pochi voli autorizzati di cui aveva parlato la radio, stavo per saltare in macchina per andare a Malpensa, per fortuna ho avuto l'idea di telefonare al servizio clienti della Malpensa che, questo va detto, mi ha risposto subito informandomi che il volo era stato dirottato su Roma: questo vuole dire che la SEA, gestore del sito di Malpensa, le informazioni corrette le aveva, peccato si siano "dimenticati" di metterle sul sito!

Non credo servano ulteriori commenti sul miserabile servizio offerto da tutti e tre i siti al proprio cliente!

bob

PS I siti dei grandi aeroporti europei come Parigi e Londra sono rimasti attivi per tutta la durata della crisi e va detto anche che il sito delle Ferrovie dello stato ha retto benissimo il carico eccezionale, ho prenotato dieci minuti fa un treno Roma Milano senza alcun problema!

2 commenti:

  1. Sono contento che tu abbia segnalato questa cosa. Viaggio spesso in aereo e sono innumerevoli i casi in cui il servizio web fornito da compagnie ed aeroporti è pessimo. Ormai la mia aspettativa è "non funzionerà". Mi chiedo: ma a chi si rivolgeranno per lo sviluppo di questi servizi così scadenti?

    RispondiElimina
  2. professore, sempre al riguardo le segnalo il fallimentare lancio della posta elettronica certificata, il cui sito è stato down per tutta la giornata.

    molte registrazioni sono avvenute a metà (e quindi non recuperabili, perché il codice fiscale resta "riservato" una volta digtato).

    roba da principianti a esser gentili. ciliegina sulla torta, in serata è spuntato un banner di scuse per il perpetuo down chiamato "tipa.jpg"

    http://maxconnection.postacertificata.gov.it/tipa.jpg

    Credo che i diplomandi delle superiori, a dover realizzare un progetto simile, mostrerebbero più professionalità.

    RispondiElimina

Si è verificato un errore nel gadget

Qualche esperimento...