lunedì, ottobre 23, 2006

VOIP e chiamate di emergenza, un dubbio...


L'altra sera nel mio quartiere è mancata la luce.

La prima idea che mi è venuta è stata quella di chiamare la Azienda elettrica, ma è bastato sollevare il telefono per rendermi conto che mancando energia alla borchia Fastweb ero completamente tagliato fuori dal mondo: niente telefono e niente Internet.

Il telefono cellulare ovviamente continuava a funzionare, per fortuna.

Mi è venuta l'idea di alimentare la borchia con il piccolo gruppo di continuità che uso per i miei PC, ma non ha funzionato. Probabilmente ci sono apparati in cantina che sono rimasti senza energia.

Non potendo lavorare e non avendo sonno ho fatto due passi nel quartiere in una atmosfera un po' surreale: non siamo abituati al buio nelle città!

Passeggiando mi fatto una domanda alla quale non ho saputo dare una risposta: come mai si fa un, giusto, putiferio sulla incertezza delle chiamate di emergenza quando si è collegati solo in VOIP mentre nessuno si preoccupa del fatto che un utente Fastweb, in caso per esempio di incendio che comprometta la alimentazione degli apparati, resta scollegato dal resto del mondo, servizi di emergenza compresi?

Nessun commento:

Posta un commento

Si è verificato un errore nel gadget

Qualche esperimento...