lunedì, luglio 16, 2007

Salviamo la fotografia di qualita!

L'avvento delle macchine fotografiche digitali ha reso la cattura delle immagini facilissima, immediata ed ha ridotto i costi di alcuni ordini di grandezza.

Personalmente ritengo che oggi la qualità del digitale abbia raggiunto quella della fotografia chimica e che molto probabilmente questa nei prossimi anni diventerà solo un ricordo o una tecnologia per pochi amatori. So che questa affermazione potrebbe scatenare le ire di tanti fotografi tradizionalisti, ma è una mia precisa convinzione.

Quello che non apprezzo nella fotografia digitale è il vedere tante porcherie chiaramente realizzate da chi della fotografia non conosce nemmeno i fondamenti passate come opere d'arte.

Ebbene io credo che prima di cimentarsi in sfocature, sovra o sotto esposizioni, aberrazioni tonali e amenità del genere un artista dovrebbe sapere come si realizza una foto formalmente corretta e dovrebbe dimostrare di conoscere le basi della tecnica.

Non mi sembra sia sempre così...

Intendiamoci usare una digitale tascabile come strumento di cattura di situazioni particolari e come strumento per fissare ricordi va benissimo, fare passare tutto come una forma d'arte va meno bene.

1 commento:

  1. La disponibilità alle masse di tecnologie a prezzi contenuti ha, in maniera inevitabile, come risultato l'abbassemento della qualità.
    Qualche anno fa, discutendo con alcuni colleghi americani, si discuteva su come l'uso dei CAD abbia portato inevitabilmente ad abbassare la qualità dei disegni ed, in alcuni casi, anche dei progetti.
    Il problema, a conclusione del "simposio", fu che la disponibilità di programmi CAD alle masse, provocava come effetto collaterale che gli utenti piuttosto che acquisire la tecnica del disegno, codificato come linguaggio, si istruivano sulle funzionalità dei software.

    Questo giro di discorso per dire che la disponibilità, a prezzi contenuti di macchinette fotografiche digitali di buona qualità, ha spostato il popolo delle "usa e getta" verso il mondo della fotografia senza, però avere cognizioni tecniche e facendosi guidare dalle funzionalità "built-in" delle macchinette stesse.
    Con i risultati che hai citato nell'articolo!
    Tutto ciò è inevitabile, è nella cura delle riviste e dei siti di settore, istruire questi "nuovi acquisti" cercando di dargli, se non altro, le basi per una buona fotografia.

    RispondiElimina

Si è verificato un errore nel gadget

Qualche esperimento...