lunedì, settembre 10, 2007

Il signor Bonaventura...


Ha molto colpito tutti il fatto che Apple abbia venduto in meno di cento giorni un milione di iPhone.

Certamente sono moltissimo, ma vale la pena considerare come nel solo 2006 il numero di cellulari venduti nel mondo è stato di un miliardo.

Anche mantenendo le stesse vendite si tratta comunque di una quota di mercato ancora modesta.

bob

5 commenti:

  1. Modesta per un singolo prodotto??
    Non direi, non so quanti altri modelli nel mondo siano stati in grado di ottenere lo stesso successo.

    Paragoniamolo ad ogni singolo modello Nokia o Motorola: il V3 RAZR, ad esempio, e' arrivato al traguardo di un milione di unità in cento giorni?

    RispondiElimina
  2. Credo che il raffronto andrebbe fatto con il numero di cellulari venduti negli Stati Uniti, sbaglio o per il momento è distribuito solo lì? Secondo te alla fine i dati di vendita sono penalizzati dal fatto che l'iphone sia monooperatore?

    RispondiElimina
  3. Il problema dell'iPhone non è il fatto che sia mono-operatore, ma che ti obbliga ad un contratto con canone mensile.
    Questo assolutamente penalizza i potenziali acquirenti, e penalizza nel confronto con gli altri terminali.
    inoltre, non credo che il confronto vada fatto col singolo modello del concorrente. Nokia offre una gamma di cellulari ampia, ma se andiamo nel dettaglio molti sono simili, con piccolissime differenze tra uno e l'altro, per cui, costruttivamente, per Nokia sono lo stesso modello.
    Ed in ogni caso, è Apple che ha scelto di mettere sul mercato un solo modello.
    Sono d'accordo, comunque, che il confronto non va fatto su tutti i cellulari in commercio, ma sui soli modelli SmartPhone, che sono una nicchia nel totale.

    RispondiElimina
  4. In ogni caso credo sia considerabile a tutti gli effetti 'modesta', per quanto però come è stato detto da Roberto la quantità di cellulari venduta al mondo è elevatissima e Apple stessa aveva dichiarato a gennaio che avrebbe puntato per una piccolissima fetta di questo mercato, come obbiettivo per il 2008.

    Quindi, ritengo sia corretto il 'richiamo' di Roberto ai facili entusiasmi, ricordando che al momento non c'è niente di speciale: sta andando tutto secondo i piani. :)

    RispondiElimina

Si è verificato un errore nel gadget

Qualche esperimento...