domenica, novembre 11, 2007

Fluidità e velocità potenziali pericoli per la blogsfera?

L'altro ieri Francesco Minciotti se ne è uscito con quello che a molti è sembrato un mirabile pezzo di "giornalismo dal basso" sulla truffa che 3 starebbe perpetrando nei confronti dei suoi potenziali clienti con la firma del contratto per lo SkypePhone.

E' partita subito una reazione a catena dove qualcuno citando qualcun' altro ha ripreso la tesi ed è stato a sua volta citato...

La notizie era di quelle che piacciono per quello spirito alla Robin Hood che è in tutti noi e si è sollevata subito una nube di link che blogbabel poco fa riportava per esempio così:

E non sono certamente tutti!

Francesco dopo essere stato al centro di una serie di precisazioni da parte di chi, come me, i contratti li trova tutto fuori che truffaldini sta ritrattando l'accusa di truffa sul suo blog.

Di fatto l'unica sacrosanta critica che resta in piedi riguarda la improvvida telefonata con la sedicente responsabile dei rapporti con i rivenditori di 3.

Basta fare un giro nei link che ho riportato per accorgersi che la parola che ricorre di più è "truffa" e che la stragrande maggioranza dei post (il che vuole dire non tutti!) è una chiamata alla attenzione contro 3 che sembrerebbe essere la fonte di ogni male.

Se io fossi 3 certo la cosa non mi piacerebbe!

A questo punto credo che i blogger dovrebbero meditare un attimo sulla eccezionale potenza dello strumento che hanno in mano e sui danni che possono provocare con un uso acritico.

bob

PRECISAZIONE del 13 novembre:

I link che riporto è il cut and paste della nube di Blogbabel. Se si percorrono i link la stragrande maggioranza riposrta la truffa di 3, invita a non comperare, parla di una sola, definisce il post di Francesco un ottimo pezzo di giornalismo investigativo: questi sono gli atteggiamenti che io definisco acritici e che hanno provocato la reazione a catena di cui parlo. Certo ci sono per fortuna delle eccezioni, del resto nella lista ci sono anche io.

Mi sembra di notare una certa confusione nella analisi di quanto esposto da Francesco: io credo valga la pena distinguere in tre parti.

1) il contratto contiene punti non chiari
2) nella telefonata ha ricevuto informazioni assurde
3) l'offerta 3 è truffaldina

Ebbene sul punto
1 non ci sono dubbi, credo di essere stato uno dei primi a segnalare per esempio la assurdità della presenza di una clausola che parla si "spese di chiusura" in caso di recesso anticipato e poi non mi dice a quanto ammontano queste spese. Altre contestazioni come quella delle 10 ore mi sembrano meno valide perché in realtà ad una lettura attenta la cosa non è poi così criptica.
Comunque non ci piove: IL CONTRATTO E' SCRITTO MALE!

Il punto
2 non merita una parola in più di quelle dette: se la telefonata è andata come descritto L'IMPIEGATO DI 3 CHE HA RISPOSTO AL TELEFONO MEGLIO SAREBBE CHE FACESSE, CHE SO, LE FOTOCOPIE, MA DEVE CERTAMENTE STARE LONTANO DAI TELEFONI

Il punto
3 si è sgonfiato per ammissione dello stesso Francesco: NON MI PARE SIA CORRETTO AFFERMARE CHE SI TRATTA DI UNA TRUFFA

Se a questo punto facciamo un giro nei blog che hanno segnalato il post di Francesco e in quelli che a catena hanno segnalato chi lo segnalava il messaggio che passa è praticamente solo il terzo, quello della truffa.

A questo mi riferisco quando parlo del pericolo del passaparola acritico e omologato.


20 commenti:

  1. Scusa Roberto, non capisco come tu possa sostenere che la mia citazione del post originale è stata "acritica".

    Non vedo neanche come il post originale possa essere definito "acritico".

    Se vuoi bollarci tutti come pecoroni senza cervello, dovresti motivare meglio, non ti pare? Altrimenti la tua rimane una scortesia gratuita.

    Io ho capito bene che l'offerta di 3 ti è sembrata limpida e cristallina, con qualche lieve imperfezione :-) Ad altri è sembrata un bel casino, e avremo ben diritto alle nostre opinioni, no?

    Quello che tu hai visto in azione è il famoso "passaparola", che tutti i markettari bramano ardentemente sperando di suscitare entusiasmo per i loro prodotti, salvo poi dolersi quando gli si ritorce contro.

    Scusa il pippone, e buona serata.

    RispondiElimina
  2. Salve, sono la titolare di uno dei blog in questione. Volevo precisare che non tutti stanno gridando alla truffa. Personalmente sul mio blog ho riportato uno stralcio del post di Francesco che mi ha particolarmente colpito, quello in cui l'peratrice del call center sostiene di non sapere cosa accade dopo dicembre 2008 e di non avere il contratto, ma nello specifico non parlo di truffa, perché non ne ho le prove, parlo semplicemente di poca trasparenza. Questo è quello che ho scritto.
    Magari la "3" è in buona fede - lo spero - e quello che sembra essere un contratto incompleto (perché non si sa cosa succede dopo una certa data, se non che il contratto è ancora in piedi ma non si sa con quale tariffa.) non lo è, però, finché la "3" non chiarisce i termini di quel benedetto contrtto, per me continua ad essere poco trasparente, tutto qui.

    RispondiElimina
  3. Attenzione, Roberto. Io ho riportato con pari dignità il post di Francesco Minciotti (che pensa che l'offerta di 3 sia una truffa) e il post di Massimo Cavazzini, che sostiene che l'offerta di 3 sia trasparente. Che tu abbia fatto un mero elenco di siti che ne parlano, d'accordo. Ma prima di gridare ai quattro venti che tutti i blog in questione gridino alla truffa, faresti meglio ad aprirne qualcuno.

    RispondiElimina
  4. Caro Roberto, condivido l'analisi relativa alla potenza del mezzo della blogsfera, sul quale andrebbe fatta una profonda analisi da parte di ogni blogger.
    Non condivido invece il qualunquismo della gogna alla quale sembri voler esporre i blog citati (anche se immagino non fosse tua intenzione, questo è il messaggio che passa), senza aver verificato cosa effettivamente ognuno di questi abbia detto a riguardo.

    Spesso e volentieri infatti, tra i commenti che ho letto prima di scrivere (si, c'è anche chi si documenta prima di parlare), ho letto un'ampliarsi del discorso, esulando dal mero evento legato allo Skypephone per abbracciare un modo di condurre il rapporto venditore/fornitore-cliente che va diffondendosi, al di là di Tre, in modo preoccupante.

    RispondiElimina
  5. SOno nella lista dei blog citati, e se avessi letto il mio post avresti anche notato che ho parlato quasi esclusivamente della vera e propria truffa che fecero a discapito di chi comprò videofonini non-LG nella primavera del 2005. Quindi, in quanto consumatrice truffata, avvezza a fregature di 3, ho ben riportato il post di Francesco e apprezzato la seconda campana di Maxkava. Quindi non vedo lo spirito da pecoroni di cui parli.

    Saluti

    RispondiElimina
  6. @gaspar quando parlo di atteggiamento acritico mi riferisco a quello della stragrande maggioranza dei commentatori che hanno preso per buono il fatto che l'offerta 3 fosse una truffa e la hanno segnalata come tale.
    Il post originale è molto più che acritico: Francesco ha fatto una telefonata, ha preso per buono tutto quello che gli dicevano ed ha lanciato un allarme truffa senza credo mai avere letto il contratto che ha si qualche punto oscuro, ma molte delle cose denunciate sono chiare.
    Ti prego di non farmi dire cose che non ho MAI detto: ho affermato più volte che il contratto è scritto male, ma da qui a dire che è una truffa ce ne passa!
    Dire che un contratto è una truffa non è una opinione, la truffa è una fattispecie di reato chiara e gravissima: se dici che un contratto è truffaldino mi devi dire anche quale è la clausola che viene dichiarata in un modo e messa in atto in un altro.
    Come vedi Francesco la denuncia di queste presunte inadempienze la sta ritrattando sul post originale.

    @giorgia @feba ho citato l'intera nube blogbabel ed ho chiaramente detto che la stragrande maggioranza dei post ha acriticamente denunciato la truffa. Certo ci sono delle eccezioni, del resto tra i nomi c'è anche il mio!

    RispondiElimina
  7. Non per voler fare il figo a tutti i costi, pero' io il post l'ho solo segnalato su tumblr aggiungendo nei commenti "[...] in attesa della risposta di Tre [...]"
    http://mkg.tumblr.com/post/19018979

    Non sono stato il solo a tenere un atteggiamento prudente, anzi a leggere i commenti precedenti siamo in parecchi.

    Credo che la blogosfera mostri il meglio di se' nel lungo periodo. La querelle non puo' dirsi chiusa, la discussione non e' finita, quindi forse e' prematuro trarre da questo episodio conclusioni generali su come e quanto la blogosfera sia capace di trattare argomenti delicati.

    RispondiElimina
  8. Ho apprezzato la precisazione e anche la tua spiegazione su cosa intendi per uso acritico. Grazie

    RispondiElimina
  9. Non mi par di aver nominato la parola truffa, nel link che ho riportato (parlar di post, per due righe due di testo, mi par un'esagerazione), solo notavo che i consumatori son costretti a star sempre sul chi vive.

    RispondiElimina
  10. @ester i post li ho letti tutti e proprio per questo ho precisato che "quasi" tutti si allineano all'idea della truffa, non ho tolto quelli che non lo fanno per completezza di informazione.
    Che 3 ti abbia truffata un'altra volta è tutta un'altra storia che non ha rilevanza in questa discussione.
    Peraltro se mi dite dove io mai ho usato la parola pecoroni mi fate un piacere!

    @ral scusami ma se tu citi il post e poi affermi "Siam la repubblica dei buffoni." chiunque abbia come me una media intelligenza capisce che tu sei d'accordo con la denuncia contenuta nel post. Se è così ci spieghi per favore dove sta la truffa? Se non è così quale dovrebbe essere la interpretazione della tua frase?

    bob

    RispondiElimina
  11. Sono abbastanza d'accordo sul difetto di acriticità della citazione.
    Quando ho scritto il mio post mi sono preso la briga di controllare che quello che Minciotti aveva scritto corrispondesse al vero.
    L'ho fatto sostanzialmente per due motivi: primo, perché il tono del post era molto somigliante a quei servizi tv in cui si assalta un disgraziato qualsiasi per dimostrare lo scandalo (Striscia la Notizia, presente?) e, secondo, perché già mi ero insospettito quando ho letto che il telefono deve stare collegato (via dati) alla rete per usare Skype, perché io dalla pubblicità della Littizzetto avevo capito proprio il contrario. Quindi se non eravero quello magari non era vero anche altro.

    Alla fine però è venuto fuori che a parte i madornali errori di Minciotti e il tono che continuo a reputare esagerato (e pericoloso: Francesco, a parte le ditine spezzate, non è molto saggio dare del truffatore a una multinazionale senza avere prove *inconfutabilié...), alla fine qualche cosa di quel che aveva scritto Minciotti rimaneva: quanto si deve pagare per il recesso anticipato? Possibile che negozianti e operatori non siano sufficientemente preparati per rispondere alle domande di quelle persone tecnologicamente più avanzate a cui è destinato il telefonino?

    RispondiElimina
  12. Sono, in genere, restia a questo tipo di passaparola. Questa volta, però, dopo aver personalmente assistito a circostanziate rimostranze rispetto al servizio e alla poca trasparenza del gestore in questione, ho deciso di diffondere. E di contribuire al tentativo di fermare l'atteggiamento opaco e, spesso, in malafede di chi si ostina a vendere regali, quando non regala un bel niente. A questo aggiungo che troppo spesso i contratti non vengono mostrati, o sono "raccontati" per telefono. A me è capitato tre sere fa, con SKY. Personalmente sono stufa di assistere silenziosa ai tentativi delle aziende di manipolare l'ingenuità dei tanti. Se fra i pochi c'è qualcuno che alza la voce, e trovo le motivazioni credibili, mi unisco al coro. Anche per chi la voce non ce l'ha.

    RispondiElimina
  13. @lorenzo sono assolutamente d'accordo con te tanto è vero che le parti poco chiare le avevo segnalate ben prima di Francesco, ma da qui a dichiarare che l'offerta è una truffa credo ce ne passi.
    Comunque indipendentemente da quello che dice la Litizzetto la connessione è fonia fino al server di 3 che poi fa da gateway con skype, ma per ricevere per esempio l'elenco dei tuoi contatti e per impostare il tuo stato era ovvio che ci fosse una connessione dati che, peraltro, in Italia non paghi.

    bob

    RispondiElimina
  14. ovvio che son d'accordo, con quanto è scritto nel post originale, anche perchè se no non ne avrei fatto alcuna menzione, però visto che in fatto di fregature qua ormai si perde il conto, constatavo che anche nella telefonia mobile si deve andare con i piedi di piombo prima di osannare le ventilate offerte imperdibili che tentano di rifilarci. Effettivamente l'arma della risonanza in rete ha la sua potenzialità ma a me, da un po', sembra che qui, in fondo, ci sian sempre i soliti gatti, che circolano, non è quella vastità di persone che qualcuno è portato a supporre.

    RispondiElimina
  15. Ciao, in effetti è corretto utilizzare a proposito le parole per il significato che hanno. L'unica cosa che mi lascia estremamente perplesso (e senza arrivare alla truffa mi fa un po' dubitare sulla trasparenza e onestà dell'azienda 3) è il fatto che non credo si tratti del primo contratto che si trovano a stilare, e il fatto che contenga ancora simili inesattezze mi risulta inaccettabile. Insomma 3 ci è o ci fa? E almeno in questo caso un contratto scritto esiste. Io personalmente sono stato vittima della prima versione dell'offerta Vodafone Casa. Un gentile operatore all'epoca mi ha contattato offrendomi in prova 'GRATUITA' il servizio. Beh gratuitamente è difficile rifiutare qualcosa. Doo un mese mi è arrivato un SMS dove mi segnalavano un addebito di 9 Euro per automatico rinnovo del servizio. N.B. L'addebito guarda caso è arrivato fuori tempo massimo per richiedere la rescissione di un contratto mai ricevuto e rimasto verbale. Anche in questo caso guarda caso i termini della cosa e le informazioni dell'operatore sono rimasti fumosi e io Gratuitamente ho pagato 9 Euro per una cosa che non volevo più. Posso in questo caso parlare di truffa? Insomma chi è che dice agli operatori del call centere cosa rispondere? Come mai questi contratti da parte di mega aziende che dovrebbero essere abituate a sfornarne migliaia, supportate da estperti e legali, continuano ad avere inesattezze così grossolane? Truffatori no ma furbetti si.

    RispondiElimina
  16. Il problema è che comunque quelli di 3 ci hanno fatto una figuraccia, perché in quanto a chiarezza sono stati terribili.

    Certo non è una truffa, ma spesso dietro la poca chiarezza delle compagnie telefoniche si nasconde di far passare come buono quello che non è poi così buono. Non è truffa, però è giusto sottolineare come in questi casi la chiarezza dovrebbe essere fondamentale.

    RispondiElimina
  17. Cito dal mio post: "possibili inghippi nascosti dietro offerte apparentemente allettanti". Come vedi, non ho parlato di truffa o altro. Va molto di moda, caro Roberto, copiare e incollare da Blogbabel un'intera discussione. C'è chi lo fa con intenti critici, come te, c'è chi vuol far vedere quanto ampia sia la partecipazione ad un certo tema. Per quanto questa prassi abbia contribuito a farmi salire in classifica, non la giudico positiva: anzi, è abbastanza insensata, a pensarci bene, ovvero "non è portatrice di senso", perché finisce per fare di ogni erba un fascio e non tiene conto delle differenze, che pure ci sono, fra le varie argomentazioni. Se permetti, non vale dire, come hai fatto:"Nei link ci sono anch'io. Ho solo copiato e incollato". Che fai, come i miei alunni, che copiano e incollano le relazioni senza nemmeno leggerle?
    La blogosfera è, per definizione, l'ambiente della discussione, e le discussioni sono in genere fluide e articolate. Ben vengano le ulteriori precisazioni sull'offerta di Tre: siamo tutti pronti a correggere il tiro. Che la blogosfera possa essere usata come un'arma impropria è certamente vero: del resto la forza del "passaparola" è vecchia come il mondo e non è certo figlia di Internet, anche se la Rete amplifica il fenomeno. Dunque, hai fatto bene a richiamare la nostra attenzione: ma sparare indiscriminatamente nel mucchio ti mette, a mio avviso, in contraddizione con le tue buone intenzioni.
    P.S. In ogni caso non comprerei mai un telefonino Tre.

    RispondiElimina
  18. "A questo punto credo che i blogger dovrebbero meditare un attimo sulla eccezionale potenza dello strumento che hanno in mano e sui danni che possono provocare con un uso acritico".

    Nel mio blog non ho mai scritto si trattasse di una truffa, ma soltanto di una grave mancanza di chiarezza da parte di 3. Credo che catalogare tutti i blog che hai citato sotto l'etichetta "blog acritici" sia sbagliato, e dai commenti lo si può notare.
    Io credo che non siano i blogger quelli che devono stare attenti alla "eccezionale potenza dello strumento che hanno in mano", ma che ciascuno, privati o aziende che siano, debbano stare attenti alle mosse che fanno, perchè la blogosfera ha dimostrato di essere una realtà molto attenta. 3 non lo è stata e si è giustamente beccata tutte le critiche del caso!

    RispondiElimina
  19. @floria e alessandro
    Ho riportato l'intera nube perché volevo riportare correttamente il fenomeno ed ho scritto che "quasi" tutti si erano allineati.
    Se avessi tolto chi non si era allineato avrei alterato la fotografia.
    Ho rafforzato la cosa visto che mi sembra fosse sfuggita.

    RispondiElimina
  20. Mah, Roberto. In realtà sono le aziende che dovrebbero meditare sull'eccezionale strumento che ha in mano la gente: Internet. Quello che trovo strano non sono i dubbi, accuse, accuse più o meno infondate da parte di un gruppo di blogger e la loro penetrazione sui motori di ricerca. Quello che trovo strano è l'assenza di 3 da questa conversazione...

    RispondiElimina

Si è verificato un errore nel gadget

Qualche esperimento...