venerdì, dicembre 07, 2007

Gratis?

Ieri sera camminavo verso casa in una via di Milano e un cartello ha colpito la mia attenzione.

Wind annuncia l'offerta della sua connessione ad alta velocità, quella veloce come la ADSL di casa, e siccome sto cercando di decidere con quale operatore fare il contratto da gennaio ho letto attentamente le informazioni sul cartello.

La parte più importante recita:

e a soli 9 euro al mese
GRATIS 50 ore

Per un attimo ho pensato di avere perso la cognizione del significato della parola gratis, arrivato a casa la ho guardata sul De Mauro ed effettivamente ricordavo bene:

grà|tis
avv., agg.inv.
CO
1 avv., gratuitamente, senza dover pagare: siamo entrati g. al concerto | senza pretendere pagamento: il ciclista mi ha riparato g. la ruota
2 agg.inv., colloq., gratuito: ho un biglietto g. per la mostra


Dunque qualcuno mi faccia capire: pago 9 euro al mese per navigare 50 ore, cosa diavolo c'è di gratuito in questa offerta?

Ve lo immaginate il cartello sulla porta del cinema? "Pagate 7 euro e questa sera potete vedere il film gratis".

E l'Alitalia che vi dice "Per viaggiare gratis andata e ritorno Milano-Londra basta pagare 400 euro".

Forse ho capito male, ma comunque giri la frase continuo a non capire ed allora mi viene il dubbio che qualcuno abbia pensato che le parole positive come "gratis" stiano meglio su una offerta e ben dispongano il cliente ed allora invece di scrivere "con soli 9 euro al mese navigate con un limite massimo di 50 ore" ha pensato di girare la frase in un modo però che ne ha fatto svanire ogni significato.

Non so, forse non sono l'utente comune, ma il risultato su di me è stata una bella riga rossa sopra l'idea di chiedere un contratto a Wind perché a me piace la chiarezza.

bob

PS se ho sbagliato l'interpretazione qualcuno me la spieghi, me ne scuso con tutti in anticipo.

14 commenti:

  1. Il tuo punto di vista e' molto razionale, infatti cozza con le logiche di marketing degli operatori di telefonia (un po' tutti, non solo Wind) ormai abituati a definire "gratuiti" i pacchetti di servizi inclusi in un offerta a costo fisso (ad esempio tot minuti di traffico voce, tot MB di traffico dati, eccetera).

    La parola "gratis" in questo tipo di offerte è di fatto un abuso

    http://bonacina.wordpress.com/

    RispondiElimina
  2. Il sito è più preciso: "con l’opzione Mega Ore con soli 9 euro mensili navighi in Internet fino ad un massimo di 50 ore al mese!" (http://www.wind.it/it/servizi/scheda82.phtml).
    Ma renda anche facile trovare la fregatura (scritta pure in grassetto!): "Le 50 ore di navigazione incluse nell’opzione Mega Ore sono conteggiate in base a sessioni di tempo della durata di 15 minuti, quindi con l’opzione Mega Ore avrai a disposizione 200 sessioni Internet gratuite.", ovvero se decidi di scaricare la posta per un minuto circa di connessione ti bruci una sessione "gratuita" (forse sarebbe meglio dire "compresa nel canone"?) di 15 minuti...

    RispondiElimina
  3. Sono dei gran furbacchioni... tentano di far passare per gratis ogni cosa. I 2000 sms pagati tot euro, i 300 minuti pagati qualcos'altro...
    Il problema è che il garante permette queste cose e le associazioni dei consumatori non sempre riescono a denunciare ogni abuso.
    Non penso che con questo andazzo smetteranno presto...
    Ciao,
    Emanuele

    RispondiElimina
  4. Ma chiedere direttamente a Wind cosa intendono con il termine 'gratis' in questo contesto? Forse per completezza d'informazione un'indagine da 'utente tipo' interessato all'offerta che chiede chiarimenti srebbe stato un valore aggiunto al post. Se ci riesco ci provo io e poi vi dico.

    RispondiElimina
  5. Un simile stato di cose si inquadra perfettamente in un contesto nel quale qualsiasi offerta commerciale viene proposta come "eccezionale", "favolosa" o, per l'appunto, "gratis", indipendentemente dal fatto che lo sia effettivamente e non considerando che l'utilizzo di tali termini a sproposito sta determinando la loro perdita di significato; a lungo andare, ed in mancanza di Organismi che censurino tale stato di cose, la bellissima lingua italiana, alla faccia del "dolce stil novo", sarà ridotta ad un misero guazzabuglio, che ciascuno potrà utilizzare a proprio piacimento per cercare di gabbare il prossimo: soluzione? atteggiamento più critico nei confronti di questi mercanti e cercare di scegliere prodotti caratterizzati da connotazioni più etiche e rispettose del consumatore, anche se tale atteggiamento non mi sembra, ahimé, granchè diffuso

    RispondiElimina
  6. Guarda, ho avuto la tua stessa reazione, anche se con meno sarcasmo. :D

    Io l'ho visto in metro e ho avuto la forte tentazione di trovare un pennarello nero e scriverci sopra.

    L'unica cosa che mi ha trattenuto è, pennarello a parte, che non so come sia la legge italiana in merito alla modifica di pubblicità - anche se bugiarda e tendenziosa.

    RispondiElimina
  7. dai, coraggio, che se la modifichi e ti prendono ti portiamo i pavesini e le arance... :)

    RispondiElimina
  8. Ma perche' invece di scriverlo sul blog non hai fatto una bella denuncia all'autorita' garante della concorrenza e del mercato?
    C'e' anche un numero verde (800.166.661), non devi spendere una lira: http://www.adusbef.it/consultazione.asp?Id=2820&T=R
    Non lamentiamoci e basta, facciamo qualcosa, oltre a pensare ad usare il pennarello...

    RispondiElimina
  9. Il sito dell'autorità garante: http://www.agcm.it/

    RispondiElimina
  10. non credo valga la pena rivolgersi a un garante che appioppa multe risibili a centinaia, già ampiamente preventivate nel costo servizio.

    un saluto

    RispondiElimina
  11. Bisognerebbe che L'Authority intervenisse, non si può continuare a prendere per i fondelli la gente e rimanere sempre impuniti.

    Ciao,
    Riccardo Salmo69

    RispondiElimina
  12. Ciao Roberto, sono Luca Oliverio, scusami non ho trovato una tua mail... vorrei ripubblicare parte del tuo testo sul blog di comunitazione.it (www.comunitazione.it/ctablog) per aprire una discussione...
    telo chiedo perché vorrei citarti esplicatamente... se non ci son problemi.

    Scusa per la "pedanteria" ma mi piace chiedere per ottenere ;)

    ciao
    Luca

    p.s.
    l'interpretazione tua del messaggio è esatta, anche io passeggiando per la metro di milano ci ero cascato a primo acchito, ci ho messo un po' ad odiare ancora di più la wind.

    RispondiElimina
  13. @luca oliviero pubblica pure quello che vuoi e citami senza problemi.

    roberto

    RispondiElimina
  14. i miei 50 cent...
    1) effetto confusione. Non so voi ma io le offerte degli operatori telefonici non le capisco mai. sarò tanardo o sarò troppo prevenuto ma mi sembra ci siano sempre delle zone grigie per cui tendo a non cambiare mai
    2) effetto odio. Grazie a simili buffonate, al servizio costoso (pensate da quanto aspettiamo una vera flat mobile senza tetto) e alla assistenza pessima ormai io e come me molti altri vedo gli operatori in modo completamente negativo e tendo a non prendere mai in considerazione le loro nuove offerte

    RispondiElimina

Si è verificato un errore nel gadget

Qualche esperimento...