domenica, marzo 09, 2008

Tempo o quantità?

Su consiglio del mio amico Quinta il mese scorso sono andato in un negozio 3 ed ho fatto un contratto per la connessione mobile a Internet via rete cellulare che mi permette di scaricare, dove c'è la rete 3 che oramai è molto diffusa in Italia, 5 GB al mese per 19 euro.

Il servizio è ottimo, la copertura più che soddisfacente almeno dove capito io e la connessione connessione in genere veloce. Cinque Giga Byte sono molti e anche se navigo spesso fuori casa non riesco mai nemmeno ad avvicinarmi al limite.

Chiacchierando con chi mi ha venduto il tutto mi sono molto stupito sentendomi dire che molti utenti preferiscono la tariffazione a tempo prevista dalla offerta della concorrenza.

La cosa mi ha un poco stupito perché trovo comodo quando sono un una riunione o a una conferenza stampa collegarmi ed usare la connessione quando mi pare spendendo solo quando faccio traffico dati.

La tariffazione a traffico è figlia della commutazione di pacchetto dove quando sono collegato non occupo, come succedeva prima, un circuito.

Del resto ve lo immaginate un supermercato che vi faccia pagare non in base a quello che comperate, ma in base al tempo di permanenza. Ve la immaginate una autostrada che non faccia pagare il chilometro percorso, ma il minuto passato tra i caselli. "No dai cara non fermiamoci a bere il caffè, ho guidato piano oggi e se ci fermiamo finiremo per pagare un sacco per questo viaggio!".

E qualcuno ha ancora dubbi... dove sbaglio?

bob

11 commenti:

  1. Non sbagli. Come ti trovi ?

    RispondiElimina
  2. Allora: io ho scelto un piano da 100 ore / mese (400 unità da 15 minuti ciascuna) con Vodafone, a 30 ore/mese su ricaricabile.
    L'ho scelto perché se mi capita di essere fuori da un grande centro urbano, la copertura di 3 lascia a desiderare, perchè non volevo attivare l'ennesima SIM, perché l'ho provato e funziona bene. Se ci fosse un piano a traffico di Vodafone, lo farei, ma non c'è, quindi ho scelto il meno peggio. E 100 ore/mese in mobilità sono tatissime, per l'uso che ne faccio.

    RispondiElimina
  3. Certamente 3 ha un senso solo se lo usi nelle grandi città o comunque dove c'e' una buona copertura di 3.

    Mi chiedo come mai gli altri non passino anche loro alla tariffazione a traffico che mi pare molto più logica.

    Devo dire che mi trovo proprio bene e che 6 GB se li usi solo fuori casa sono una quasi flat.

    bob

    RispondiElimina
  4. antipatico e mi fermo,è meglio

    RispondiElimina
  5. Roberto, tu non sbagli (e ho la connessione di 3 da 5gb/settimana da maggio scorso)...
    Il fatto e' che in tanti scaricano film via emule, e questo con connessione "a traffico" significa andare sicuramente fuori soglia...

    La connessione a tempo per chi scarica pesantemente e' senza dubbio migliore e piu' controllabile....

    Da notare che io, anche connessa 12 ore al giorno (quando crolla l'adsl di casa) raramente arrivo a 5gb/mese, e ne avrei 5 alla settimana...

    RispondiElimina
  6. Andrea, guarda che la tariffa SOLO a volume di vodafone esiste eccome.
    insisti con il call center, sono incentivati a NON venderla..

    RispondiElimina
  7. Un trucchetto per migliorare il proprio contratto telefonico.
    Comprate una scheda di un altro gestore, solitamente Vodafone o Tim, e chiedete la portabilità del vostro numero. Tempo una settimana e verrete contattati dal vostro vecchio gestore che vi proporrà tariffe scontate pur che blocchiate il passaggio.
    A quel punto dite quello che vi serve, traffico internet, sms ecc. Avrete grosse probabilità di avere dei grossi vantaggi.
    E poi vi rimarrà comunque un secondo numero dell'altro gestore da utilizzare come vi pare ( ed eventualmente dopo un paio di mesi potete rifare l'operazione sul gestore nuovo).
    Attenzione perchè credo che l'unico gestore che non faccio "retention" sia H3G.
    Spero sia utile.
    In ogni caso Tre fuori dai grandi centri urbani non è proponibile. Purtroppo.

    RispondiElimina
  8. Credo che le compagnie telefoniche preferiranno sempre la tariffazione a traffico per quello che riguarda UMTS ,Edge e GPRS.
    E' più naturale visto che i dati viaggiano a pacchetti.
    La Flat a tempo però è indubbiamente più comoda, se così non fosse anche per le connessioni casalinghe si sarebbe usata la tariffazione a traffico (ed in effetti in alcuni paesi si usa).
    Mi sembra però dai commenti che c'è ancora un bel po' di "freschezza" nelle proposte.
    Finchè si tratta di utilizzare il cellulare come alternativa d'emergenza va anche bene, ma per un uso più costante e magari per lavoro probabilmente il costo diventa proibitivo sia per il modo di tariffazione a traffico che per il modo di tariffazione a tempo.
    Senza poi contare i problemi di copertura.
    Speriamo che per la fine dell'anno ci siano offerte più vantaggiose, visto che usciranno telefonini sempre più orientati al web.

    RispondiElimina
  9. a parte e-mule il mio dubbio sulla tariffazione a traffico è relativa alla visualizzazione di filmati in streaming.
    Io ad esempio passo buona parte del tempo libero su web a guardare filmati di videogiochi (anche per questioni di lavoro).

    RispondiElimina
  10. Al momento credo che in effetti quella di 3 sia l'offerta migliore.

    Mi domando come mai i gestori di telefonia mobile, che con le nuove tecnologie hsdpa/umts a 7,2 mega potrebbero far concorrenza alla telefonia fissa, si ostinino ad offrire tariffe ancora ben lontante da quelle dei vari adsl flat casalinghi. Motivazioni dovute ai costi del servizio, al mercato, o al fatto che offrendo tariffe migliori annienterebbero un mercato (quello dell'adsl casalingo, appunto) in cui hanno tutti le mani in pasta (tim-telecom, wind-infostrada ecc..) ? Mah...

    RispondiElimina

Si è verificato un errore nel gadget

Qualche esperimento...