martedì, febbraio 24, 2009

Candore di blogger...


Leggo i giornali da qualche cosa come quarant'anni e ci scrivo da trenta, ma dovevano arrivare i blog perché vedessi qualcuno  invitato a una conferenza stampa desse tanto spazio alle coccole ricevute da chi la organizzata, coccole finalizzate, ovviamente, come sempre ad ottenere maggiore visibilità.

Affetti da una strana forma di candore sembrano volerci fare credere che comunque, anche senza quell'invito o quel prodotto ricevuto in anteprima, avrebbero dedicato tanto spazio alla Philips.

Non so bene quanto valga davvero lo spazio blog, ma certo ne escono benissimo le agenzie stampa che organizzano questi eventi.

bob

PS Un consiglio: mai cominciare un articolo dicendo "Alla conferenza stampa mi hanno trattato benissimo e mi hanno pure regalato il prodotto, ma tranquilli ne avrei parlato bene lo stesso..." perché già San Gerolamo nelle sue epistole ci metteva in guardia da questo atteggiamento: "Dum excusare credis, accusas".

9 commenti:

  1. Io, da sempre, vivo una sorta di ossessione nei confronti di Statler e Walfort, i due vecchietti rompicoglioni che se la ridono dal palchetto.
    Sono i miei idoli.

    Tu ci assomigli sempre di più.

    E prima che il tutto sembri ambiguo, credo che questo sia il massimo complimento che io abbia lasciato nei commenti di un blog, da quando esistono i blog.

    RispondiElimina
  2. Scrivi così male da trent'anni?


    Luca

    RispondiElimina
  3. ricevute da chi l('h)a organizzata

    RispondiElimina
  4. "Leggo i giornali da qualche cosa come quarant'anni e ci scrivo da trenta, ma dovevano arrivare i blog perché vedessi qualcuno invitato a una conferenza stampa desse tanto spazio alle coccole ricevute da chi la organizzata, coccole finalizzate, ovviamente, come sempre ad ottenere maggiore visibilità."

    Evviva l'itagliano :)

    PS almeno in latino sei ferrato...

    RispondiElimina
  5. Bravo Bob! Sopratutto perchè non mi hanno invitato (scherzo ma sotto sotto rosico :) ).

    RispondiElimina
  6. Ma no, dài, e poi la SONY fa degli ottimi prodotti
    ;-)

    RispondiElimina
  7. Salve,
    per quanto mi riguarda il fatto di aver scritto articoli sui prodotti piuttosto che la cronistoria rappresenta il raccontare l'esperienza vissuta.
    Partiamo dal fatto che prima di tutto un blog rappresenta come una sorta di diario personale, quindi ritengo normale che se vengo invitato ad un evento (o che ci vada di mia iniziativa) poi abbia voglia di parlarne sul blog.

    I prodotti che ci sono stati presentati erano davvero molti, e per certi aspetti veramente innovativi, da qui uno ha due possibilità:
    - scrivere cercando di dare la massima informazione possibile, focalizzandosi magari su quello che è maggiornemte interessante evitando invece prodotti più "scarsi";
    - fregarsene e non condividere minimamente la propria esperienza o al massimo scribocchiare qualcosa, e lasciare che il lettore vada a comprarsi l'impianto Hi-Fi più scarso che può trovare senza nemmeno fargli sapere che esistono delle novità.

    Dubito che un giornale darebbe tutto lo spazio che un blog può dare in queste occasioni, vuoi perchè lo spazio riservato al giornalista è limitato vuoi perchè il blogger ha tutto il tempo, l'autonomia e la voglia di farlo.

    Quindi tutto quel candore di cui parla si limita a questo: raccontare una propria esperienza in maniera completa. Non vedo perchè debba prendersela tanto.

    Se poi ritiene che il mio giudizio riguardo ad un prodotto possa essere influenzato, questa è una sua valutazione. Io mi limito a descrivere il prodotto così come l'ho vissuto. La prego di non credere che durante l'evento siano mancate le domande o le discussioni per cercare di capire fino a che punto si spinga la qualità del tal prodotto o del marchio in genere.
    La prima sera siamo rimasti a parlare fino alla 1 di notte parlando di assistenza post vendita e per quanto mi riguarda cercando di chiarire il punto di vista del brand rispetto a quanto mi dicono amici che lavorano da Media World piuttosto che in altri posti.

    E chiaro altresì che se un prodotto ha qualche difetto intrinseco non lo noti di certo ad una presentazione di 10 minuti ma piuttosto dopo qualche giorno di utilizzo, quando cominci a pensare su cosa sarebbe potuto essere meglio o dove invece offre veramente il massimo.

    Se un prodotto non m'è piaciuto, non mi ha impressionato o non mi ha trasmesso niente, semplicemente non ne parlo...al contrario ne parlo.

    RispondiElimina
  8. @Paolo. Guarda che il mio è solo un parere, non voglio accusare nessuno di nulla e non me la sto prendendo tanto come dici tu, ho solo espresso una idea.
    Continuo a pensare che senza il viaggio avreste dato alla cosa uno spazio molto inferiore, non è una accusa, solo una constatazione di fatto.
    Intendiamoci di viaggi come quelli ne ho fatti negli anni moltissimi, ma non ho sentito il bisogno di raccontarli dando di fatto a chi mi aveva offerto il viaggio uno spazio sostanzialmente superiore a quello che davo a prodotti equivalenti dei quali avevo solo ricevuto una cartella stampa.
    A differenza di te io se un prodotto non mi piace lo dico nella mia rubrica su PC Magazine se penso che l'informazione possa servire a qualcuno. Se avessi mille lire per ogni volta che ho criticato per esempio Vista sarei ricco!

    bob

    RispondiElimina
  9. @Roberto. Ma è pur sempre un parere autorevole ;)

    E' sicuramente vero che NON avrebbero avuto lo stesso "coverage", ma è pur vero che senza aver partecipato, forse, non sarei mai stato a conoscenza di alcuni dei prodotti. Sono dell'opinione che parlare di un prodotto per quello che ne posso sapere leggendo o documentandomi è una cosa, mentre averlo provato di persona è un'altra e questo mi spinge a darne maggior peso.

    In merito a quanto ha scritto da lei: "Intendiamoci di viaggi come quelli ne ho fatti negli anni moltissimi, ma non ho sentito il bisogno di raccontarli dando di fatto a chi mi aveva offerto il viaggio uno spazio sostanzialmente superiore..."

    A mio avviso non è questione di viaggio offerto o meno, se io ho la possibilità di provare qualcosa con mano scrivo articoli sicuramente più lunghi e/o più completi rispetto a quando li scrivo basandomi su un comunicato stampa. Questo è, per quanto mi riguarda, un dato di fatto. Anzi, spesso se provo un prodotto sono spinto ad girare un video, cosa che con un comunicato stampa chiaramente non potrei fare.

    E' chiaro che la penso come lei riguardo al commentare cose poco gradite, io mi riferivo più al fatto che se mi vengono presentati 50 prodotti, di questi parlerò più che altro di quelli che mi hanno maggiormente impressionato, anche perchè non vivo del solo blog.

    Mille lire? Più che altro dovrebbe andare alla BCE sperando che gli e li cambiano tutti quei soldi ...eheheh!

    Buona notte :)

    RispondiElimina

Si è verificato un errore nel gadget

Qualche esperimento...