sabato, maggio 16, 2009

Restare innovativi...


Tutta la mia vita professionale è stata in unità di "Ricerca e sviluppo" ed ho vissuto esperienze molto interessanti con alcuni brillanti ricercatori.

Qualche anno fa elaborai con un amico una osservazione che abbiamo pubblicato: il titolo era "L'innovazione genera immunità alle novità".  In buona sostanza si osservava come nella stragrande maggioranza dei casi un ricercatore dopo avere avuto una idea brillante e innovativa subiva una specie di vaccinazione che lo rendeva estremamente critico all'inevitabile apparire, nello stesso settore, di idee nuove diverse dalla sua.

Ricordo che avevamo trovato una serie di articoli che di fronte alla ideazione del processo per la sintesi dell'ammoniaca a bassa pressione e bassa temperatura sostenevano la non innovatività del processo affermando che sarebbe stato molto più logico continuare con i processi precedenti come il Kellogg.  Ricordo che il metodo universalmente usato per produrre questo fondamentale prodotto di chimica pesante è stato ideato in Italia da Giacomo Fauser, svizzero di origine e novarese di adozione (qui sotto il primo storico impianto pilota).

La stessa si nota spesso quando si parla delle tecnologie della rete con la aggravante che qui per motivi non del tutto chiari la stragrande maggioranza degli "esperti" manca di una preparazione formale sull'argomento.

Gli esperti più sfegatati nell'attribuire ogni possibile positività ad una nuova tecnologia tendono poi ad essere molto legati alla stessa dimenticandosi di guardare, o peggio criticando aspramente, quasi per principio, qualsiasi novità nella stessa direzione.

In altre parole non è difficile essere innovativi una volta, il difficile è esserlo le altre volte.

bob

3 commenti:

  1. Sono completamente d'accordo con te. E' un fenomeno che ho riscontrato spesso.

    RispondiElimina
  2. Hai perfettamente ragione è tipico delle persone che hanno innovato in passato e che rimangono ancorate al passato. Che parlano solo di passato che postano fotografie e immagini a corredo dei loro post vecchie, che credono che tutto ciò che è nuovo sia già stato fatto in passato, persone che non riescono a restare innovative e che rimangono vive mentalmente solo grazie alla polemica.

    M.R

    RispondiElimina
  3. @Luca Ne parliamo da wolly davanti a un caffè?

    @anonimo Non so bene quali siano i problemi che ti affliggono, se scaricare le frustrazioni qui ti fa bene sono contento per te. Spero non pretenderai che ti si prenda sul serio!

    RispondiElimina

Si è verificato un errore nel gadget

Qualche esperimento...