giovedì, luglio 23, 2009

Francia terra della libertà della copia pirata, ma quando mai?


Come credo tutti sappiate in Francia una legge che proponeva la disconnessione dalla rete di chi fosse sorpreso per tre volte a copiare materiale illegale è stata qualche mese fa bloccata dalla corte costituzionale.

I libertari di casa nostra hanno subito inneggiato alla libertà della rete e della copia con la solita esterofilia di chi però dei giornali legge apparentamente solo i titoli.  Impagabile il vicesindaco di Venezia, Michele Vianello,che in occasione della innaugurazione della rete WIFI che copre alcune, poche, zone della città ha addirittura dedicato la giornata alla Corte costituzionale francese, simbolo della libertà.

In questi giorni la legge sta per essete portata in parlamento ed ho seguito la cosa con attenzione.

Sul fatto che la copia non autorizzata di materiale protetto sia un reato e vada perseguita in Francia sembrano tutti molto convinti ed è un punto fermo che nessuno mette in parlamento in discussione.

L'argomento del contendere non è la impossibiloità di perseguire chi copia, l'argomento sta nelle modalità e nella necessità dell'intervento di un giudice.

Francamente tutto l'entusiasmo di casa nostra io non lo capisco...

bob

Nessun commento:

Posta un commento

Si è verificato un errore nel gadget

Qualche esperimento...