sabato, agosto 21, 2010

Wired, quando parla l'ignoranza!


Tornato da un breve giro nelle Fiandre in rete vedo un sacco di accenni a un articolo della edizione statunitense di Wired che preconizza la morte del Web.

Devo confessare di avere fatto molta fatica ad arrivare in fondo a un articolo in verità scritto molto male e dalle tesi molto confuse.

Quando all'inizio si afferma per esempio che l'attenzione stra passando dalla pagina web alle apps e cioè dal "less searching" al "more getting" sono rimasto disarmato: io sarò meno geniale degli autori, ma a me sembra una idiozia degna di miglior causa!   Cosa diavolo vuole dire che passando dalla pagina web alla applicazione si cerca meno e si trova di più?

Come ha fatto ben notare Boing Boing tutto il ragionamento parte da un grafico corretto, ma che non ha il significato che gli si vuole dare: trattare dei fenomeni solo in senso relativo perdendo di vista l'andamento dei valori assoluti porta a conclusioni assolutamente fuorvianti.  E' un poco come se si analizzassero gli effetti della bomba atomica confrontati con le bombe convenzionali e si dicesse che nella bomba atomica la percentuale di energia termica diretta è bassa, dimenticando però che il valore assoluto della energia emessa è immensamente più grande di quanto non lo sia in una bomba tradizionale.

La percentuale di banda dedicata alla navigazione Web diminuisce in moro relativo perché si affianca ad un enorme aumento della banda utilizzata anche da altri servizi.

In realtà tutto quello che si può evincere da quel grafico è che la navigazione web ha raggiunto, nel tipico diagramma di evoluzione che vale per tutte le tecnologie, uno stato di maturità che non prelude assolutamente al declino perché potrebbe durare ancora decenni, fino alla comparsa di una tecnologia che risponderà bene agli stessi bisogni e no, non credo proprio siano le app!

La cosa mi ricorda quando qualche anno fa avvenne il sorpasso tra banda utilizzata per la mail e per la navigazione, qualche frescone preconizzò la morte definitiva della posta elettronica...

bob

3 commenti:

  1. E in che punto del grafico mettiamo riviste come wired? Io le metterei molto a destra credo ;)

    RispondiElimina
  2. Se la dovessi collocare in un punto del grafico la collocherei molto, molto, molto, a destra vicino alla radio a galena!

    RispondiElimina
  3. Dadda elabora un’analisi diversa dalla mia, ma arriva alle stesse conclusioni.
    http://bit.ly/dt9ZBo

    RispondiElimina

Si è verificato un errore nel gadget

Qualche esperimento...