sabato, novembre 06, 2010

Effetti collaterali del Socialsalvin, parte seconda...


Il filmato è gustosissimo, ma guardandolo bene non riflette una situazione reale e di conseguenza giunge, secondo me, a conclusioni non del tutto corrette.

Qui si parla della situazione nella quale qualcuno, non iscritto a Facebook, vada sul sito di una azienda perché interessato e corra a iscriversi a Facebook perché viene a sapere che l'azienda ha una pagine sul social.

E' una cosa credo rarissima, forse poteva succedere all'inizio, ma oggi succede esattamente il contrario: i navigatori vanno sui siti delle aziende perché vedono qualche cosa su Facebook e comunque se accettano di aderire alla fan page di una azienda vuole dire che sono già su Facebook.

Proporrei una nuova sceneggiatura...

L'azienda va da Facebook e lamenta di non riuscire a raccogliere un numero significativo di contatti e sopratutto non riesce a contattare quelli che ha in modo abbastanza frequente perché la gente è stufa di essere sepolta da newsletter nella email e va sul suo sito solo raramente.

Facebbok risponde: non c'è problema, noi siamo un club immenso, la maggior parte delle persone che tu vuoi contattare è iscritta qui e noi ti forniamo, gratuitamente, uno spazio per te dove prendere contatto con i tuoi amici dei quali abbiamo giù tutti i dati!  La gente qui entra molto spesso, certamente enormemente più spesso di quanto non lo farebbe sul tuo sito e tu potrai veicolare il tuo messaggio ogni giorno, ti offriamo anche la possibilità di contattare tutti gli amici dei tuoi amici per chiedere se vogliono entrare in contatto con te.  Se poi trovassi qualcuno, e sono pochissimi, non ancora iscritto al nostro club ti promettiamo che lo faremo iscrivere gratuitamente chiunque egli sia.

O no?

bob

PS qualcuno nelle discussioni sull'argomento ha tirato fuori questo post, che francamente penso non abbia alcuna attinenza con l'argomento del contendere.  Qui le aziende non c'entrano nulla, sono io che accetto che Facebook legga i miei contatti e proprio perché sono miei e solo miei non vedo perché non li dovrebbe dare, con la mia autorizzazione, a qualcuno.  In realtà qualcuno sta cercando di dare una pitturata di libertarietà a una banale mossa contro la concorrenza!

5 commenti:

  1. è più verosimile la tua teoria, di sicuro.

    RispondiElimina
  2. credo che il discorso su Facebook, social media e strategie e loro dinamiche sia davvero molto più complesso...ora il discorso centrale è decidere bene se si è presenti su internet, nei social network e soprattutto nei social media, decidere come esserci, con quale strategia ....( non tutti la possiedono, anzi molto spesso si improvvisa e lo fanno molte aziende ...)il discorso fatto da MCC ha una sua grande verità. Su Facebook non hai spesso le mail e vere identità dei social friends, anzi c'è addirittura chi crede che avere tanti amici sia una priorità è simbolo di potere sociale, sul discorso dei fan in Facebook bisognerebbe scriverci un libro. Quanto vale un fan? :) a presto e buon wk..Facebook è un grande strumento relazionale ma la piattaforma appartiene a Facebook ...cordialmente

    RispondiElimina
  3. In realtà il discorso è complesso e non generalizzabile, sto facendo qualche riflessione, appena ho tempo di metterla giù in modo leggibile le pubblico...

    dadda

    RispondiElimina
  4. Hai perfettamente ragione, il discorso è complesso e non si può generalizzare.

    RispondiElimina

Si è verificato un errore nel gadget

Qualche esperimento...