lunedì, aprile 11, 2011

Ho tolto la lettera di insulti di 123people...

.... La trovate ancora sul sito di Luca Sartoni.

Sono arrivati commenti molto duri su di lui e sulla società dove lavora, al limite dell'insulto e di conseguenza siccome io, ripeto IO, non uso gli insulti pubblici come strumento di comunicazione ho preferito togliere tutto.

Il fatto che Sartoni mi insulti non mi tocca molto, sono insulti tanto chiari e squallidi da qualificare da soli la persona che li porta, il fatto che continui ad affermare pubblicamente che sulla mia bacheca FB ci siano post che ledono la onorabilità sua e della sua ineffabile fidanzata senza, a mia richiesta, segnalarmeli mi infastidisce un poco.

Probabilmente è difficile segnalarli perché non ci sono, ma chiedo aiuto ai miei amici: li cercate per favore anche voi?

Grazie

Dadda

ps Qualche amico mi ha scritto stupefatto dal fatto che io avrei minacciato di querela Sartoni. La cosa non è nel mio stile e infatti non lo ho mai minacciato, ho solo chiesto un parere a un mio amico avvocato giusto per capire se la lettera a nome di 123peopeple che mi ha mandata e reso pubblica fosse o non fosse ingiuria.

Sartoni mi ha minacciato di querela!

12 commenti:

  1. Nulla mi pare un poco riduttivo, ho ricevuto insulti pubblici personali di una gravita inaudita a nome di una società, capisci che non è proprio nulla!

    RispondiElimina
  2. Come te la stai rigirando! Proprio ieri leggevo tra i tuoi commenti un "sai che non è una cattiva idea?" alla proposta di quererarlo da parte di un tuo "amico". E ora è lui che ti querela? State facendo una figuraccia entrambi, e da lui me lo posso aspettare, sta iniziando e la diplomazia si impara col tempo e da situazioni come questa. Ma da te... sei grande, affermato, autorevole nel tuo settore. Lascia perdere questa storia, è una stupidaggine, non ha valore.

    RispondiElimina
  3. Spero che non ti sfugga la non sottile differenza tra " sai che non è una cattiva idea? " e "Di questo ti assumerai la responsabilità nei dovuti luoghi e nei dovuti modi."

    RispondiElimina
  4. La differenza sul piano legale è evidente. Sul piano umano invece, associata a una lettera del tuo legale, sa di minaccia implicita, che non è il massimo dell'eleganza! Ciò che arriva dal di fuori di tutta questa questione è una provocazione da parte tua e l'incapacità di gestire le emozioni da parte loro.

    RispondiElimina
  5. Ciao Roberto,
    mi dispiace tu abbia voluto censurare il mio commento, che cercava solo di spronare i contendenti a tornare ad un livello di dialogo incentrato su contenuti sostanziali e di fare la tara del peso del bisticcio in quanto successo negli ultimi due giorni. Per quanto ti conosco, francamente non me lo aspettavo.

    RispondiElimina
  6. Ma, fatemi capire, se uno ti insulta e tu lo minacchi di querela il cattivo sei tu?
    Ma che concetto di giustizia avete?

    RispondiElimina
  7. "minacchi" suona male... sarebbe "minacci"

    RispondiElimina
  8. @sundvik Credo di avere censurato l'ultimo commento qualche anno fa perché conteneva una bestemmia, non sono del tutto sicuro di ricordarmi come si fa!

    Evidentemente c'è stato un problema, roposta per favore...

    roberto

    RispondiElimina
  9. @massimo Non mi sento cattivo e non avrei nessun problema a querelare tanto più che un amico avvocato mi ha detto che qualsiasi cosa io possa avere detto in privato nulla conta di fronte alla gravità degli insulti pubblici che mi sono stati portati e che sono ancora sul sito di Luca.

    roberto

    RispondiElimina
  10. il direttore marketing di 123people oggi mi ha inviato una email dove si scusa a nome della società per gli insulti portati con la firma di 123people.

    A me basta, gli insulti che sono sulla pagina di Luca Sartoni ancora oggi (http://www.lucasartoni.com/filosofia/lettera-pubblica-a-roberto-dadda) alla fine non mi toccano più di tanto perché il problema non è solo nelle cose che si scrivono (in questo caso assolutamente vergognose), ma anche dalla figura di chi gli insulti porta e francamente credo che nulla detto da Luca possa minimamente intaccare la mia figura morale e professionale. Mia nonna avrebbe detto: raglio d'asino... ed è in buona sostanza quello che molti amici mi hanno scritto.

    Concludo ribadendo che Luca mi ha minacciato più volte di querela perché ospiterei sulla mia pagina affermazioni lesive della onorabilità sua e della sua fidanzata. Più volte richiesto si rifiuta di indicare quali sarebbero queste orribili frasi per poterle togliere, ma non mi ha segnalato nulla. Io alla rilettura non riesco con tutta la migliore volontà a trovarle, rinnovo l'invito.

    RispondiElimina
  11. E alla fine di questa storia resta un caso esemplare di assoluta mancanza di ASSERTIVITÀ in contesto lavorativo.

    RispondiElimina

Si è verificato un errore nel gadget

Qualche esperimento...