venerdì, agosto 03, 2012

Cosa hanno in testa i designer?


Visto che la IPTV SKY su Fastweb da ottobre non funzionerà più SKY mi ha offerto di installare una parabola a un prezzo molto vantaggioso e visto che io alla televisione guardo praticamente solo CNN, Cinema SKy e iu canali tematici come History ho accettato e ieri mi hanno installato il tutto.  Il servizio devo dire è stato molto efficiente e la qualità dei segnali ottima, certamente meglio di quanto non fosse il servizio via fibra che molto spesso strappava.

Ieri sera sono andato a letto, ma dopo avere spento la luce ho avuto la sensazione di qualche cosa di strano.  Io dormo dappertutto e non sono sensibile alla luce, ma il soffitto della camera era illuminato in modo inquietante da una luce che veniva da dietro il televisore.

Era la Sky Digital Key, in buona sostanza un sintonizzatore su porta USB necessario per vedere i canali i cui produttori non vogliono vadano nel segnale proveniente dal satellite, ma solo nel digitale terrestre.  La chiavetta permette di vederli con lo stesso decoder che si usa per il satellite.  Non ho seguito la storia, ma credo che sulla cosa si sia fatto un po' di casino perché se le cose fossero state chiare quella parte del sistema sarebbe stata dentro il decoder.

L'idea di mettere un LED luminoso su un oggetto del genere ha un suo senso perché serve per comunicare stato e problemi con l'utente.  L'errore non è dunque mettere quel led (anche se usare il monitor del tv ed il telecomando sarebbe più elegante, ma più costoso), l'errore è quello di metterne uno tanto luminoso, si tratta di un segnale basta che sia visibile, e di lasciarlo sempre acceso!

Sarebbe stato semplicissimo accenderlo quando serve e lasciarlo spento quando tutto va bene e non devo comunicare nulla all'utente.

Il problema è che queste cose vengono progettate dagli ingegneri senza tenere in minimo conto le esigenze degli utenti!

Ricevo, in modo piuttosto bizzarro ed irrituale una richiesta di rettifica, non è chiaro da chi venga e nemmeno se sia una cosa seria, ma rettifico volentieri.

Un anonimo scrive nei commenti:


Vi pregherei di rettificare l'ultima affermazione perché quella particolare soluzione luminosa è stata la preferita dal nostro gruppo di test che ha potuto scegliere tra diversi colori ed eventuali ritmi d'intermittenza.

RETTIFICA:

Guardando così l'oggetto ci si potrebbe fare l'idea che sia stato disegnato dai progettisti senza tenere in minima considerazione le esigenze degli utenti, ma mi mi si dice che sono stati fatti dei focus group con utenti per decidere le caratteristiche del progetto.   Ebbene a questo punto mi viene spontaneo chiedere come sono stati fatti e chi possa mai essere l'ergonomo che ha fatto le proposte e condotto i test perché se questi ne sono i risultati forse si poteva risparmiare qualche cosa non facendoli!

Il caso è abbastanza interessante, l'anno prossimo lo metto nelle esercitazioni del mio corso e appena ho tempo scrivo qualche riga di commento qui.

6 commenti:

  1. non sono d'accordo. Un ingegnere non avrebbe mai avallato:
    - i bordi inutilmente stondati
    - il pazzesco momento di leva sul connettore usb
    - l'inutile enorme scritta "sky" (info veicolata =0)
    - la totale assenza di un'etichetta del led (che so, 108)

    l'oggetto è così inutilmente "carino" che dice "designer" lontano un kilometro. (Naturalmente di quei designer che credono che il design sia roba da tipi artistici).

    Donald Norman (ingegnere, peraltro) avrebbe una sincope solo a vederlo.

    L'ingegnere di Sky si è limitato a fare in modo che il progetto, oltre che sembrare carino, funzionasse.

    RispondiElimina
  2. Non mi apre proprio, è una scatola normalissima, i bordi sono appena appena tondi come si fa di solito per garantire lo stampaggio, la scritta SKY è normalissima, non ci vedo proprio la mano del designer di oggetti. Il momento flettente dipende da come fai girare il cavo, ma non mi pare eccessivo e il led e il suo funzionamento sono di certo farina del sacco di chi ha progettato il circuito.

    RispondiElimina
  3. Storicamente la Sky Digital Key è nata quando Sky non si è visto più rinnovare il contratto da parte della Rai per offrire sulla rete di Murdoch il proprio palinsesto televisivo.
    A quel punto chi aveva un decoder Sky e un TV non digitale sarebbe stato costretto a comprarsi un decoder DTT.
    Pare che la Sky Digital Key sia un normale sintonizzatore DTT via USB, utilizzabile anche su PC (e Mac) con opportuni driver:
    http://www.gbcnet.net/showthread.php?23757-GUIDA-Come-utilizzare-la-Sky-Digital-Key-sul-PC

    RispondiElimina
  4. Vi pregherei di rettificare l'ultima affermazione perché quella particolare soluzione luminosa è stata la preferita dal nostro gruppo di test che ha potuto scegliere tra diversi colori ed eventuali ritmi d'intermittenza.

    RispondiElimina
  5. Considerazioni eminentemente pratiche:
    1) personalmente, il led sempre acceso della Sky Digital Key mi infastidisce parecchio (ma se fosse lampeggiante la situazione non migliorerebbe). Questo fattore, unito al fatto che il decoder rimane operativo anche quando è in standby, mi ha spinto a collegare il tutto (decoder + TV) ad una "ciabatta" (presa multipla) con interruttore;
    2) la digital key è un decoder DTT, quando è inserita nel decoder satellitare, per il segnale non ne è indipendente: se il decoder sat non riceve segnale dalla parabola per qualche motivo, l'utente non può nemmeno selezionare i canali DTT (quello dal 5001).

    RispondiElimina
  6. se hai la fibra sei fortunato ma è chiaro che la iptv con le bande attuali è stato un fallimento !

    RispondiElimina

Si è verificato un errore nel gadget

Qualche esperimento...