lunedì, settembre 16, 2013

Attenzione a non usare Facebook per nulla di importante!

Questa mattina mi è stato notificato un blocco del mio account Facebook per non so quanto tempo, la causa il messaggio riportato qui sopra.

Io sfido chiunque sano di mente a dire che questo messaggio viola le regole, certo do della stordita a una signora (si fa per dire)  che mi ha dato due righe sopra dell'impotente, avrei meritato una medaglia per la mia serena risposta, ho avuto un blocco.

Uno dice "Scrivo a Facebook e chiarisco", errore, non esiste nessuna possibilità di contattarli!

Siccome non penso possa esistere al mondo nessuno tanto imbecille da considerare quel messaggio offensivo è ovvio che questi recepiscono una segnalazione, non la leggono e fanno la cosa più comoda, bloccano senza nemmeno vedere cosa c'è scritto.

Va bene così, è un servizio gratuito che però NON VA USATO PER NULLA DI IMPORTANTE, perché si può essere bloccati in ogni  momento per una frase assolutamente banale.

Questo è un allarme che aggiungerò alle mie lezioni in università e che è molto importante lanciare perché qualcuno potrebbe fare l'errore di conmsiderare, sbagliando, il servizio affidabile.  Intendiamoci se uno viola le regole va benissimo, ma leggete e mi dite.

La cosa gravissima è che io non posso nemmeno vedere e quella squallida persona potrebbe essere lì a scrivere tutto quello che vuole su di me, no, non mi piace!  Che io non possa scrivere, a parte la follia del giudizio, ci sta anche, ma che io non possa nememno leggere è DEMENZIALE!

Purtroppo per motivi professionali non mi posso cancellare, ma lo farei tanto volentieri.

2 commenti:

  1. Caro Roberto, so che per ora non puoi vederlo, ma ho "sfruttato" questa tua assurda disavventura per un post a supporto del mio saggio breve THe Digital Self Manifesto sul quale vi sto rompendo le scatole da qualche giorno.

    Sei stato la dimostrazione vivente di quanto queste decisioni vengano prese in modo arbitrario da chissà chi, senza riferimento alcuno alle legislazioni vigenti e senza tener conto della responsabilità civile di chi, come te, scrive assumendosi la piena responsabilità di quello che scrive.

    DI fronte ad un episodio meno grave di quello successo a te, ho deciso che la mia strategia autoriale è quella di scrivere ciò che penso SOLO sul mio blog, usando FB e SN vari come casse di risonanza, e fra l'altro è il consiglio professionale che do a tutti i miei clienti, ma questo è un altro (il prossimo) libro...

    In bocca al lupo !

    RispondiElimina
  2. ovviamente, come qualsiasi persona di buon senso, n on trovo nulla di sconveniente nel post sopra, e non capisco perché sia stato cancellato da FB. personalmente, ho postato brani di racconti erotici, piuttosto spinti, e anche foto dello stesso tenore, e non mi sono mai stati cancellati... Giusto per fare un confronto. Piersan

    RispondiElimina

Si è verificato un errore nel gadget

Qualche esperimento...