venerdì, novembre 10, 2006

Alitalia, finalmente ho capito!


Qualche tempo fa ho raccontato qui di una mia piccola traversia con il sito Alitalia.

Come dicevo ho chiesto anche un commento via mail all'ufficio stampa, non ho avuto risposta. Poi ho telefonato al capo ufficio stampa che mi ha segnalato un suo collaboratore.
Non ho avuto risposta.

Allora ho telefonato al suddetto collaboratore ed ho ottenuto la promessa di una telefonata in serata.

Ho aspettato la telefonata da qualche cosa come 15 giorni...

Ho fatto un altro post, ho scritto a entrambi, risposta non c'é!

Oggi aprendo il giornale ho capito: l'ufficio stampa di Alitalia era probabilmente troppo impegnato nella "vertenza termica" (un eufemismo molto meglio di colf e operatore ecologico messi insieme!) che da 10 anni, DIECI ANNI, vede contrapposte le organizzazioni sindacali delle Hostess, pardon assistenti di volo, che chiedono di poter indossare la gonna, e mamma Alitalia dura che per motivi pare di marketing le voleva fino a ieri tutte rigorosamente in gonna.

Certo una linea aerea senza problemi può dedicare risorse anche a argomenti futili...

Mi sa che finiti i punti passo a AirOne - Lufthansa, a malincuore credetemi.

1 commento:

  1. Non so come è il servizio clienti di Lufthansa nè dopo anni che non la frequento come è diventata AirOne.

    Nel caso di Lufthansa nei quattro voli - quattro che ho sfruttato di recente ho trovato delle carenze scandalose (consistente ritardo alla partenza da Francoforte la prima volta e aeromobile sporco + equipaggio in ritardo di 1 ora la prima volta. Sarà stato l'effetto Mondiali di calcio.

    AirOne mi ero trovato bene anni fa.

    Finora il servizio di bordo / pulizia migliore che ho trovato è di Alitalia, solo che da noi Call Center è sinonimo di 'Muro di Gomma', non come in altri paesi europei.

    RispondiElimina

Si è verificato un errore nel gadget

Qualche esperimento...