giovedì, novembre 16, 2006

KISS...

Il valore della semplicità

La foto qui sopra presenta l'oggetto forse più complesso che abbia visto in vita mia: una Calcolatrice Elettrosumma Olivetti con la sua impressionante logica a lamierino.


All'inizio della mia vita professionale mi occupavo di ricerca e progettavo impianti pilota per la produzione di polimeri, facevo l'ingegnere chimico. Il mio maestro aveva una caratteristica: quando un progetto diventava troppo complesso improvvisamente prendeva il gesso rosso, andava alla lavagna e scriveva sul nostro schema la parola KISS, acronimo di “Keep it simple, stupid!”. Era il segno che avremmo dovuto ricominciare da capo cercando di eliminare tutto il superfluo mirando alla massima semplicità.


La cosa mi è rimasta impressa per tutta la vita e la ricerca della soluzione più semplice è stata sempre una mia piccola, ma utile, mania.


Il valore della semplicità è stato più volte ribadito nella storia del pensiero umano. Einstein sosteneva che “ogni cosa va fatta nel modo più semplice possibile, ma non più semplice”.


Il filosofo francescano Guglielmo di Ockham già nel 1300 teorizzava il minimalismo nella logica ipotizzando un rasoio con il quale togliere dai ragionamenti tutti gli orpelli inutili.




Microsoft Live Office


Da parecchi mesi sono attratto dalle applicazioni web based, ne ho provate qualche decina, ne uso regolarmente tre o quattro.



Quando ho scoperto che Microsoft ha lanciato il test di Office on line sono andato a provarla ed ho scoperto che la caratteristica che contraddistingue il prodotto da tutti gli altri è la grande complessità.


Complessa la installazione che richiede la installazione di un plug in per Explorer, il Metaframe di Citrix.

La stringa di conferma che viene inviata via email è impressionante:

Il prodotto, offerto in Italia sono in test, è interessante, competo, ma molto molto complesso: in reaktà non si tratta di una applicazione scritta per la rete, ma dell'adattamento per uso remoto di Office.L'adattamento della interfaccia non sembra male e presenta certamente alcuni punti di interesse.


La prova che ho potuto fare non è stata per nulla interessante perché non è possibile l'upload di un file già pronto...


Non funziona su una macchina qualsiasi, come per esempio Google Doc, perché richiede il plugin e di conseguenza non lo posso usare a casa di un amico o dalla saletta Alitalia di Fiumicino.


Non funziona dall'ufficio credo perché usa qualche strana porta che il mio firewall non lascia passare.



Il mio professore avrebbe il gessetto rosso già in mano: KISS!

Nessun commento:

Posta un commento

Si è verificato un errore nel gadget

Qualche esperimento...