domenica, luglio 29, 2007

Blogger, voglia di fare sensazione...

Si discute tanto del parallelo tra blogging e giornalismo.

Questa mattina guardavo sulla pagina principale di blogbabel le reazioni dei blogger italiani alla notizia della denuncia di due omosessuali che si baciavano davanti al Colosseo Roma.

Dei sedici blog che la citano solo due si sono posti il problema di come si siano svolti veramente i fatti: tutti gli altri hanno gridato allo scandalo probabilmente perché dare una notizia sensazionale fa più giornalismo d'assalto!

I due ragazzi dicono che si davano un semplice bacio e se questo è vero bisognerebbe spiegare ai carabinieri intervenuti che hanno fatto una colossale stupidaggine, che un cittadino italiano può decidere liberamente se baciare qualcuno di un altro sesso o dello stesso sesso, impedire che la cosa si possa ripetere nel futuro e fare scuse ufficiali ai due malcapitati.

Se invece è vero che i due stavano praticando sesso orale la cosa assume ovviamente tutta un'altra luce: bisognerebbe spiegare ai due che certe cose, che intendiamoci nulla hanno di male, vanno fatte in privato ed una punizione ci starebbe benissimo.

Scegliere automaticamente la versione dei fatti più eclatante fa molto tabloid inglese e vuole dire che i blogger non stanno prendendo esempio dai giornalisti giusti...

bob

Resta da chiarire un inquietante paradosso della geometria tridimensionale: come faceva questi due felici amanti ad essere completamente e perfettamente vestiti e nel contempo baciarsi sul petto?

5 commenti:

  1. Premesso che, secondo me, i blogger "fanno informazione" solo in maniera "collaterale" (non come fine, ma come conseguenza del fatto di scrivere), in realtà se fanno sensazionalismo si danno solo la zappa sui piedi, perché alla lunga i lettori si stufano (se non sono superficiali come gli stessi blogger che adottano tale comportamento commentando le notizie del giorno). Il succo del mio ragionamento é: "chi se ne frega". E' decisamente più grave quando sono i giornalisti "tradizionali" a farlo.

    RispondiElimina
  2. quoto marco in questo senso, la gente prima o poi si stuferà di vedere blogger che commentano e riportano tutti o quasi le stesse notizie...

    RispondiElimina
  3. In fondo i blogger, almeno in teoria, sono solo persone qualunque che scribacchiano qualcosa. Dovrebbero farlo più per se stessi che per gli altri. Ma anche se si dessero allo scopiazzamento sarebbe pur sempre un peccato veniale.

    A me fa molto più effetto andare su ansa.it, leggere i titoli e appuntarli. Andare su corriere.it, andare su repubblica.it, andare su lastampa.it (mi fermo?) confrontare, non solo i titoli, ma anche i contenuti degli articoli e chiedersi dove sia finito il giornalismo...

    RispondiElimina
  4. non credo che i blog debbano/possano sostituire il giornalismo. credo che possano/vogliano offrire punti di vista diversi. e credo che il sensazionalismo sia qualcosa che hanno inventato i giornali e su cui i giornali campano allegramente. non sono un'esperta di blog, ma a me i quotidiani fanno venire l'ansia e i blog per ora ancora no. spero sia un buon segno.

    RispondiElimina
  5. Grande Robertone ! ti seguo da sempre. Grazie per la visita.

    I blog ? Sono aria fritta in salsa qualunquista e soggettiva.. ma sono così adorabili..

    RispondiElimina

Si è verificato un errore nel gadget

Qualche esperimento...