venerdì, agosto 10, 2007

La risposta di Fabio...


L'altro ieri scrivevo una lettera aperta a Fabio Metitieri, ieri mi ha risposto nei commenti: credo la sua risposta si presti a qualche considerazione...

(in corsivo la lettera di Fabio)

Dadda, non discuto sulle tue opinioni sul futuro di SL (e sulle interfacce 3D). Ne riparleremo tra un anno o due.
Questa tua affermazione mi stupisce un poco. Non capisco una cosa: a te interessa parlare di Second Life, analizzare il fenomeno, discuterne o ti interessa solo litigare? Te lo chiedo perché se volgiamo cercare di capire cosa succederà a Second Life e a tutti gli altri sistemi questo è uno dei punti chiave del discorso, limitarsi ad aspettare mi sembra un poco semplicistico.

Che i media nostrani abbiano costruito hype vari su SL, in continuazione, prima esaltandola e poi demonizzandola, sono stato uno dei primi a dirlo. Sul numero di utenti di SL, in particolare, leggiti questo mio pezzo, che avevo gia' scritto a marzo, per Biblioteche oggi.
I media non hanno ne esaltato ne demonizzato SL, ai media non interessa nulla il destino o la reputazione di SL, loro vogliono solo fare scalpore ed allora tirano fuori numeri folli come gli otto milioni, idiozie come la pedofilia e lo stupro: se c'è un caso nel quale hanno detto cose assolutamente vere è quando hanno parlato di aziende che cominciano ad avere dei dubbi sulla opportunità di una presenza istituzionale in un sito che si sta sempre più connotando come un gioco ed hanno dato il numero corretto delle 30.000 presenze medie contemporanee.
Io non ho mai detto che TU hai affermato il falso sulle presenze, nel tuo lunghissimo articolo dai numeri corretti, io dico solo che la maggior parte dei giornali ha pubblicato e continua a pubblicare il dato degli otto milioni e che quello è il valore che i nostri markettari stanno presentando alle aziende per convincerle a fare investimenti.

Altri commenti su quanto poco apprezzo i nostri media quando parlano di SL li trovi sulla mia home page, appena scritti, subito sotto alla foto del mio avatar.
Ho letto il tuo lunghissimo editto alla Savonarola e devo dire che lo ho trovato stucchevole: dici che non hai tempo per scrivere le tue idee su un blog e poi perdi tutto quel tempo a vomitare inutile fiele sul prossimo? Lasciatelo dire da chi ha barba e capelli più bianchi dei tuoi e da chi la rete la conosciuta una ventina di anni prima di te: farsi vanto di avercela con tutto e tutti non è tanto furbo.
Una mia amica alla quale ho fatto leggere il tutto ha dato una interpretazione un poco maliziosa, ma interessante: "Non è che questo ha perso il treno dei blog ed ora prende questo atteggiamento come la volpe di Fedro?".
De vulpe et uva

Fame coacta vulpes alta in vinea
uvam adpetebat summis saliens viribus.
Quam tangere ut non potuit, discedens ait:
"Nondum matura est; nolo acerbam sumere".
Qui facere quae non possunt verbis elevant,
adscribere hoc debebunt exemplum sibi.
Per chi non la conosce e non legge il latino
Sui blog come "sistema che dovrebbe fare informazione", ho una discussione in corso da mesi, che tu evitentemente non conosci. Che dire... leggiti un po' le teorie dei bloggher (con l'hacca), on line o su carta, da Granieri a Mantellini.

Su questo, per sapere cosa penso (e vedere che apprezzo i blog, quelli senz'acca, come semplice e utile strumento di espressione) puoi leggere questa mia intervista.

Detto questo, io non sono Shakespeare e non pretendo affatto che tu mi legga o che tu discuta per forza le mie idee (essere ignorato mi sta benissimo), ma se mi dedichi un post sei pregato prima di leggere qualcosa di quello che ho scritto e di cercare almeno di capire quello che sto dicendo. Altrimenti rischi di perdere tempo e scrivere cose del tutto inutili, controbattendo opinioni che non ho mai sostenuto.

Amico mio devo dire che hai un modo un poco strano di dialogare: sembri pretendere che prima di aprire bocca un poveretto si debba andare a leggere la summa di quello che tu hai scritto.
Francamente trovo la cosa bizzarra ed inaccettabile: il dialogo con un contemporaneo si dovrebbe basare su quello che dice e non sulla citazione di tutto quello che ha detto prima perché se così non fosse la cosa sarebbe tanto onerosa in termini di tempo da rendere impossibile dialogare con più di una decina di persone.

Io ho cominciato a scrivere nei primi anni 80 su MCMicromputer, poi sono passato a ZeroUNO, ho contribuito alla fondazione di Bit ed ho scritto, e scrivo per PCMagazine (e cito solo le cose più importanti), ma non è che ti mando un autotreno di copie arretrate e ti impongo di leggerle tutte se vuoi parlare con me!

Io controbatto quello che cito e discuto su post specifici, sarebbe bello che anche tu ti limitassi a fare altrettanto, se una cosa la hai già detta puoi dirla di nuovo...
Oh, saluto Giustini, infine. Chi non muore si rivede... Anche lui e' una celebrita', molto piu' di me: un famoso esperto di plagio giornalistico.
;-)
Questa proprio te la potevi risparmiare!
Dunque tu vieni sul mio blog, rispondi a una mia lettera aperta che parla di SL senza praticamente dire NULLA di SL e poi ti metti a polemizzare completamente OT con una persona che nemmeno io conosco insultandola sulla base di una vicenda del 2004!?!?

Ti sembra un atteggiamento serio questo?

Vedi quando ho scritto quella lettera ho ricevuto telefonate e email da amici che mi invitavano a lasciarti perdere perché secondo loro non vale la pena discutere con chi ha solo voglia di litigare e fare polemiche inutili.

Beh comincio a pensare che avessero la loro parte di ragione!

Amico mio se ti interessa discutere su quanto io ho scritto su SL sono prontissimo a farlo, se hai solo voglia di litigare credo che l'unico atteggiamento logico possa essere un bel ***PLONK*** (1).

bob

(1) Plonkare: (da Plonk, acronimo di Put Lamers ON Killfilter) Termine che indica l'inserimento di un utente nel kill file del proprio programma per la lettura dei newsgroup. Ciò significa che i prossimi messaggi che quell'utente inserirà non verranno visualizzati. In genere si risponde a questa persona con la parola "plonk" al fine di indicargli in primo luogo la disapprovazione a riguardo di ciò che egli scrive, e secondariamente, in maniera abbastanza educata, che i suoi messaggi non verranno più letti e di conseguenza non avranno risposta.
dal Glossario Wikipedia

5 commenti:

  1. Fosse mai un incazzatore di professione ? Ci sono in TV, alla radio, nella politica, perché non su Internèt ?

    Plonkare è una delle ragioni per le quali provo nostalgia verso i newsgroup; ma poi capisco che è un po' da vecchi coglioni, un po' come la nostalgia per la musica dei miei tempi

    RispondiElimina
  2. Dadda, sinceramente, a me non interessa discutere con te si SL. Ne' di altro. Sei tu che mi hai tirato in mezzo, con una lettera aperta, sei tu che ti stai inventando opinioni che non ho, sei tu che ti scaldi tanto. Tutto da solo.

    Io ti sto rispondendo giusto per cortesia e perche' detesto essere citato a sproposito, ma sinceramente se avessi potuto evitare di parlare con te sarei sarei stato piu' felice.

    E fattene una ragione...

    Quanto a Giustini, lui ha fatto osservazioni su di me nei tuoi commenti e io negli stessi commenti l'ho salutato e gli ho ricambiato il favore. Il che e' perfettamente lecito, e' un normale uso che si fa dei commenti.

    E, se permetti, tirato per i capelli a discutere con te su un blog dove i tuoi commentatori piu' affezionati hanno argomentazioni cosi' profonde e interessanti, come darmi della "vecchia zitella", del "troll", e dell' "incazzatore di professione", sono io che Plonko te.

    In futuro ingnorami, grazie.

    Ciao, Fabio Metitieri.

    RispondiElimina
  3. Ah, un'ultima cosa... Hai scritto in questo post, come se ti avessi fatto chissa' quale terribile affronto:

    "Dunque tu vieni sul mio blog, rispondi a una mia lettera aperta che parla di SL"...

    Dadda, ti ricordo che la lettera aperta, nel titolo, era indirizzata a me. Non solo. Ti ricordo anche che tu mi hai mandato una email, per avvertirmi della tua lettera aperta e per invitarmi qui. Altrimenti non hai avrei mai perso tempo a risponderti.

    Insomma, prima mi inviti e poi mi insulti. Bel modo di trattare gli ospiti.


    Ciao, Fabio Metitieri.

    RispondiElimina
  4. Evidentemente ho toccato un nervo scoperto...

    bob

    RispondiElimina
  5. Fabio Metitieri in fondo è un bravo ragazzo. Per bene. Anche se ogni tanto fa il cattivo. Su Fabio, vai a sedere, e mettiti composto.

    RispondiElimina

Si è verificato un errore nel gadget

Qualche esperimento...