domenica, settembre 23, 2007

Grillo e la rete...


Tanto per ricordare cosa pensava delle rete Grillo solo pochi anni fa (eravamo nel 2000) vale forse la pena riguardare questo filmato di un suo spettacolo.

Cambiare idea può essere sintomo di intelligenza, ma un cambiamento tanto radicale in così pochi anni quantomeno mette qualche dubbio sulla sua capacità di giudicare i fenomeni... o no?

Del resto, anche se troppi se ne dimenticano ogni tanto, è solo un bravo comico!

bob

10 commenti:

  1. A proposito di buona informazione: dov'è che parla della rete? Mi sa che i comici stanno diventando altri. Involontari purtroppo.

    RispondiElimina
  2. Caro il mio anonimo se lo ascolti bene parla di email, la mail è stata la applicazione che ha fatto crescere la rete, o forse sei anche tu uno di quegli ignoranti che pensano che rete sia sinonimo di web?
    In ogni caso tu mi insegni che senza calcolatore in rete non ci puoi andare, prendere a martellate un pc equivale a prendere a martellate la rete.
    O forse mi vuoi fare credere che grillo gia' quando faceva a pezzi i calcolatori aveva capito ed apprezzava le potenzialità della rete?
    Equivarrebbe a dire che è un cretino cosa che personalmente non penso vera, opportunista si ma certamente cretino no.

    bob

    RispondiElimina
  3. Ma che incazzarsi perché un virus ha distrutto le e-mail significa essere contro la rete? Il nostro caro Bob non ha mai perso la pazienza quando qualcosa nel calcolatore non funziona a dovere? Grillo può essere discutibile,ma che in questo filmato dica qualcosa contro la "rete" mi sembra pretestuoso. O forse sono veramente ignorante e non capisco l'italiano. Comunque lei mi ha stancato non la leggo più.

    RispondiElimina
  4. C'è anche il capitolo intermedio "usate Linux", peccato che lo sostenesse con alle spalle un pc con Windows XP

    http://www.beppegrillo.it/2005/10/bill_il_boccalo.html

    Detto questo, mi chiedo con dispiacere quanto durerà questo inutile livore espresso con commenti anonimi :-\

    RispondiElimina
  5. Non ci vedrei un cambiamento di ideologia... ma lo dici anche tu, è solo un comico. Faceva ridere perché dava sfogo a una frustrazione (tutto sommato piccola) quella volta, ora cavalca una frustrazione enormemente più grande e ottiene un effetto proporzionato. Scalfisce solo la superficie della questione, ma lo fa in modo coinvolgente. Se guardo il video rido ancora oggi, ma non per i contenuti: per i gesti, la voce, le esclamazioni. Roba da comico, appunto...

    RispondiElimina
  6. Già che mi trovavo oggi a passare da queste parti ho deciso di seminare un po' di commenti :-) In questo caso particolare non voglio commentare tanto il Post dedicato a Grillo ma quanto scritto dall'Anonimo che cavilla. Se fossi in te Roberto non mi prenderei nemmeno la briga di ribattere a qualcuno che non ha nemmeno il coraggio o almeno la compiacenza di firmarsi. Il fatto poi che abbia deciso di non leggerti più non è che ci tange più di tanto. Grazie per averci informato di qualcosa di assolutamente inutile.

    RispondiElimina
  7. Scherzare su certi limiti, bug. virus ed alte aspettative dell'informatica significa esserne contro? Non simpatizzo Grillo, ho visto il video solo oggi (in cui nemmeno col lanternino ci vedo un ombra di anti-IT). Certo è che quando leggo questo tipo di opinioni riesco a darmi una sola risposta: uno degli ennesimi tentativi di salvare l'orticello dei divulgatori tecnologici.
    Escluse le opinioni politiche, perchè il Grillo-informatico-blogger-divulgatore da così tanto fastidio?

    RispondiElimina
  8. @paul
    Vedi sarò uno spirito semplice, ma prendere a martellate un pc fino a distruggerlo non riesco a considerarlo un gesto pro-informatica.
    Per quanto riguarda il fastidio che grillo da ai divulgatori informatici forse sarebbe bene chiederlo a loro, personalmente faccio tutto un altro mestiere.

    bob

    RispondiElimina
  9. Robbè, quando ti capita un blue screen of death che fai, dai il bacino della buona notte allo schermo? Vivi con così tanta reverenza la tecnologia che ti urta la violenza sulle macchine come fossero animali, donne o bambini?
    Allora, visto che non sei un divulgatore, dimmi. Perchè ti da fastidio il Beppe Grillo blogger? Non posso credere che tutto questo livore dipenda da una tastiera presa a martellate in pubblico?

    RispondiElimina
  10. Paul certo con i calcolatori mi incazzo anch'io e non mi tocca minimamente quando qualcuno prende un vecchio calcolatore da buttare e lo fa a pezzi, volevo solo sottolineare come Grillo sia passato da una chiara avversione alla informatica a un amore altrettanto chiaro in pochissimo tempo. Se fa il comico la cosa va benissimo, quando si mette a fare il visionario e il profeta della rete la cosa mi sembra un poco più bizzarra.
    In italiano divulgatore è colui che spiega cose difficili ai non addetti della materia, è un mestiere che non ho mai fatto e non saprei fare (a casa non mi chiedono nulla perché finiamo per litigare perché dicono che le mie risposte sono troppo complicate).
    Il link che tu citi porta a lezioni che tenevo agli studenti del politecnico ragion per cui non ero un divulgatore, ma banalmente un professore.
    Non ho nulla contro Grillo e contro il suo blog ch eperaltro non credo sia un blog, ma un sito di articoli con una bacheca aperta a commenti quasi tutti fuori tema e dove Grillo non risponde MAI facendo cadere i presupposti di dialogo che secondo me caratterizzano i blog, ma il blog è suo e ci fa quello che vuole?
    Livore? Scusa tu sei di madre lingua italiana? Dove diavolo tu veda il livore in una banalissima osservazione resta per me un mistero.

    bob

    RispondiElimina

Si è verificato un errore nel gadget

Qualche esperimento...