venerdì, febbraio 08, 2008

Anonimato...

Un anonimo commentatore ha osservato qualche giorno fa come sarebbe sbagliato criticare o punzecchiare gli anonimi in un sito che permette commenti anonimi.

Nella sostanza ha la sua parte di ragione, con qualche precisazione.

Innanzitutto va però detto che affermare che sia improprio criticare una cosa solo perché non è vietata non ha molto senso: l'uso per esempio dello stuzzicadenti a tavola non trova, purtroppo, nessuna legge che lo vieti, ma resta una pratica ributtante e criticabilissima.

Quando io faccio osservazioni sugli utenti anonimi non sono critiche o punzecchiature, ma solo constatazioni di fatto nate da anni ed anni di esperienza fin dalle reti Fidonet.

Gli anonimi non sono tutti uguali, ovviamene, quello che ha fatto questa osservazione ha un comportamento costruttivo e corretto per esempio. La stragrande maggioranza di loro tende però ad essere aggressiva, insultante e molto spesso fuori tema.

Personalmente mi sono fatto l'idea che si tratti di persone frustrate che mai sarebbero capaci di dire le stesse scempiaggini se dovessero mettere in gioco la loro faccia ed è per questo che io spesso affermo di non amare l'anonimato nei commenti. Il problema è che non esiste alcuna tecnologia oggi per evitarlo e mettere strani meccanismi di controllo è inutile, rompe le scatole a tutti e trasforma l'anonimo nel detentore di una email farlocca.

Il problema della aggressività che molti dimostrano quando sono dietro video e tastiera non è solo di chi è anonimo. Qualche tempo fa ho avuto in rete una lunga polemica con un blogger che mi ha pesantemente insultato ed ha detto di me cose terribili. Una sera lo ho incontrato a una cena, con un sorriso gli ho proposto di sederci vicini così potevamo chiarire una volta per tutte la "contesa".

Ha farfugliato qualche cosa ed è sparito in un tavolo dall'altra parte della sala!

In rete leoni....

bob

12 commenti:

  1. Purtroppo è vero: in fondo, è abbastanza normale trovare che nessuno ha problemi a dire il proprio nome se il commento è neutro o costruttivo, mentre la tendenza è non mettere contatti quando il commento è negativo o aggressivo.

    Insomma, non è un caso se le critiche più aggressive ed inutili che abbia ricevuto via commenti su blog, forum e simili, sian state da persone senza il coraggio neppure di mettere una mail vera. :)

    Ovviamente, le eccezioni ci sono e fortunatamente in questo caso sono anche una percentuale abbastanza rilevante, ma è purtroppo vero che normalmente accade quanto hai scritto. :)

    RispondiElimina
  2. "Il problema è che non esiste alcuna tecnologia oggi per evitarlo".
    La tecnologia ci sarebbe (su Blogger consisterebbe nel consentire l'inserimento dei commenti solo ad utenti registrati su alcune piattaforme, anche OpenID). Potrebbe essere un buon compromesso, in stile "astenersi perditempo" ;-) , ma mi rendo conto che questo poi precluderebbe le possibilità di commento ad ogni costruttivo lettore occasionale e non censito da alcun sistema.

    P.S. un po' OT: In ogni caso trovo anch'io sgradevole le pratiche di "ortodonzia istantanea" a tavola. Non eliminerei dalla faccia della terra gli stuzzicadenti, ma credo che dovrebbero richiedere la stessa intimità dei bastoncini per le orecchie.

    RispondiElimina
  3. Deliri di un vecchio rincoglionito che deve tutto al babbo e agli amichetti suoi...
    Mavaffanculo.

    che bello scrivere commenti anomini!

    RispondiElimina
  4. @anonimo Vedi amico mio è bello e appagante pensare che ho contribuito al tuo supportare le tue evidenti frustrazioni solo lasciandoti scrivere queste idiozie, che faccia a faccia non avresti mai il coraggio di vomitare, sul mio blog.

    Scrivi e il capoufficio che ti tratta male, la moglie (o il marito) sbagliati, l'insuccesso, il non essere riuscito a finire l'università diventano subito più leggeri.

    Grazie, è bello ogni tanto sentirsi utili a qualcuno...

    bob

    RispondiElimina
  5. L'uso dell'anonimato a volte è scelta obbligata, per esempio sottrarsi ad uso improprio dei tuoi commenti da parte di altri navigatori tuoi colleghi.
    Purtroppo i peggiori sono gli anonimi della vita reale ( brave persone ma che contano poco ), appena hanno potere lo rivolgono contro altri.
    Per sfogare le loro frustrazioni.
    Di solito ricoprendo ruoli marginali, li ignoro completamente palesando che non sono mai in fase di "ascolto".
    Poi appena possibile li cancello dalla lista.
    Chiamasi educazione sociale, strumento necessario al cui utilizzo siamo chiamati per la salvaguardia della vivibilità sociale.

    RispondiElimina
  6. in questo post un anonimo mi ha scritto un commento (il tono è sicuramente polemico) che comunque ringrazio di aver messo...

    RispondiElimina
  7. ecco un esempio di finto "non anonimato" cosa cambia?

    RispondiElimina
  8. Amico mio l'anonimato è una scelta che personalmente considero fastidiosa e poco costruttiva, ma una scelta accettabile, il finto non anonimato è una atteggiamento banalmente e semplicemente cretino.
    Forse non mi sono spiegato, ma io quando parlo di non anonimato parlo di gente che mette nome e cognome, che posso incontrare a un meeting, non di nomi di fantasia.

    bob

    RispondiElimina
  9. Ottimo commento Roberto, peccato che se hai perso tempo a scrivere un'articolo e a rispondere ai miei commenti, vuole solo dire che lo sfigato che non ha un cazzo da fare se tu.
    E comunque la prima volta che ci incontreremo ne parleremo e come faccia a faccia.

    Ciao bob

    RispondiElimina
  10. @anonimo questi giochini li trovavo stupidi quando ero alle elementari, figurati se mi interessano adesso che ho i capelli bianchi.
    E' interessante che tu parli di persone che non hanno nulla da fare, io non ho mai detto nulla di simile, parlavo di frustrati, mi pare diverso. Non è che stai proiettando qui l'immagine inconscia che hai di te.
    Vedi sulla classe purtroppo c'è poco da fare, dipende dall'educazione, dai genitori e da troppe cose pregresse, o un la ha o uno non la ha, ma sull'idea di leggere prima di scrivere puoi fare molto credimi.
    In ogni caso non fai che accrescere in me l'idea che ho dell'anonimato.

    bob

    RispondiElimina
  11. Col tempo non sei ne cambiato, ne migliorato e continui a scrivere e dire le tue solite quattro cazzate in croce.

    Ciao Capelli Bianchi

    RispondiElimina

Si è verificato un errore nel gadget

Qualche esperimento...