domenica, agosto 31, 2008

Ubriachi al volante, un dato agghiacciante!


Questa mattina bevendo il caffè davo una occhiata al Corriere della sera e un articolo mi ha lasciato letteralmente basito.

Quasi un controllato su due era positivo ad alcool, a droghe o a entrambi.

Il giornale, che ovviamente ha chiuso prima, parla di 30 persone, la radio di più di ottanta, ma il risultato non cambia molto e siamo vicino al 45% di positività.

A questo punto mi chiedo come sia possibile che si permetta alla gente per puri motivi voluttuari di mettere a rischio la vita propria, e questo sarebbe il meno, e quella del prossimo?

La cosa più sconvolgente è che lo stesso controllo era stato fatto UN ANNO prima con risultati analoghi!

Fare un controllo del genere, ottenere risultati del genere e di fatto non continuare a fare i controlli in modo rigoroso e costante, ma aspettare un anno a me francamente pare un atteggiamento inqualificabile da parte di uno stato che è pagato da me anche per difendermi dai deinquenti (e chi beve e guida o corre in macchina oltre i limiti altro non è che un delinquente ben più pericoloso di un borseggiatore).

La gente continua a bere prima di guidare solo perché di fatto sa che i controlli sono normalmente tali da rendere molto improbabile essere presi.

Persionalmente se devo guidare dopo cena mi limito a bere acqua o ottima Coca Cola e vi assicuro che non per questo mi godo meno il cibo!

I controlli vanno intensificati ogni notte, le pene vanno inasprite fino alla galera dove certamente sarebbe giusto fare passare un poco di tempo ad un idiota che si è messo alla guida ubriaco fradicio (3,15 microgrammi/litro è il limite del coma etilico) e che dovrebbe scordarsi per sempre la patente.

Lo stesso vale per i limiti di velocità!

Provate, come faccio io, a mettervi in autostrada rispettando i limiti e guardate quanti idioti vi sorpassano a velocità anche molto sostenuta.

Anche qui i controlli sono praticamente assenti e le pene ridicole.

Molti svizzeri, che a casa loro sono in macchina degli agnellini, non vedono l'ora di passare in Italia per correre come matti e non è difficile vederli sull'autostrada Como-Milano.

Noi lasciamo che il primo idiota corra e che il primo cretino beva e poi ci lamentiamo dei morti?

Come direbbe Totò: ma mi faccia il piacere....

bob

9 commenti:

  1. Secondo me sarebbero da rivedere i parametri usati nei controlli, nel senso che si risulta positivi anche dopo un bicchiere o due di vino o birra, pur non essendo affatto ubriachi, quindi se la soglia è cosi bassa, non c'è da meravigliarsi se si trovano cosi tanti "ubriaconi" alla guida.

    RispondiElimina
  2. concordo con anonimo: considerare chiunque abbia bevuto un paio di birre ubriaco è ridicolo: i controlli vanno fatti e le pene inasprite, ma verso chi è realmente un pericolo!! il problema è che come spesso accade in italia si tende a colpevolizzare tutti e punire nessuno!! e lo stesso problema per i limiti di velocità: sono troppo bassi e servono solo a mettere multe!! non è la velocità in sé il problema, ma chi passa col rosso chi non da la precedenza chi tiene il cellulare in mano e chi si legge il giornale mentre guida!!
    e per la precisione, gli svizzeri corrono anche in svizzera!!

    RispondiElimina
  3. @anonimo Ti sbagli e stai seguendo una convinzione che è solo una leggenda metropolitana.
    Quando si considerano queste cose bisogna guardare i dati clinici e non la sensazione personale che in questo caso è assolutamente fallace.
    Già a 0,2 diventa difficile porre attenzione alla guida e la valutazione della propria stanchezza.
    A 0,5, che è il nostro limite, si registra una diminuizione della visione laterale e soprattutto una compromissione della velocità di reazione, pericolosissima in macchina.
    Non sei ancora euforico, quello succede intorno a 1, ragion per cui ti senti perfettamente in grado di guidare, ma non lo sei nella realtà e diventi pericoloso.
    Quel signore che dice di avere bevuto solo una birra e un limoncello a cena e di essere sopra il limite semplicemente raccinta una balla perché un uomo di 80 Kg per arrivare a 0,5 di birre medie con un limoncello ne deve bere 2 per superare di poco il limite.

    bob

    RispondiElimina
  4. A mio parere anonimo ha ragione. Non sarebbe piu' sensato fare dei test tipo quelli che si vedono nei telefilm americani, del tipo saper camminare lungo una linea retta, stare su una gamba sola, toccarsi il naso con occhi chiusi, eccetera?
    La reazione del fisico all'alcool dipende da numerosi fattori, un test clinico come quello in vigore deve per forza avere dei limiti molto bassi.

    RispondiElimina
  5. @anonimo Guarda che quello che vedi nei telefilm succedeva trent'anni fa, oggi si usa l'etilometro come da noi, il limite federale è 0,8 (un po' più alto del nostro che 0,5), ma se hai meno di 21 anni diventa 0,1 e se guidi un veicolo commerciale passa a 0,4.
    La maggior parte degli stati ha imposto però limiti molto più restrittivi, i controlli sono frequentissimi e le pene enormemente più gravi delle nostre.
    In realtà per paura dei controlli di fatto tutte le volte che vai a cena chi guida beve coca cola, in alcuni ristoranti ti danno addirittura una coccarda per segnalare al cameriere che non bevi e alla fine del pranzo ti fanno un regalo, di solito un dessert.

    bob

    RispondiElimina
  6. Bah, al di là degli imbecilli che bevono e sniffano andrebbero ridimensionati anche i cosidetti 'sboroni' del volante. Provate ad andare in autostrada rispettando i limiti e vedrete quanti idioti pensano di guidare in Inghilterra superandovi sulla destra? 31 Agosto, giorno critico e sulla tratta a 4 corsie dopo il bivio con la A14 ho contato almeno 5 imbecilli che superando costantemente sulla corsia più a destra effettuavano continui zig zag e tagliando all'improvviso la strada a chi gli stava a sinistra. Se si bloccassero tutti questi dementi sono sicuro si supererebbe di gran lunga il numero di quelli trovati positivi ai controlli e con le multe si risistemerebbero i conti statali.

    RispondiElimina
  7. Agli effetti Roberto io penso che invece di continuare ad abbassare i limiti o aumentare l pene bisognerebbe intesificare (o meglio, fare davvero) i controlli.
    Limiti e pene sono, come tu ben dici, virtuali perché i controlli sono rarissimi. Da quando avevo vent'anni esco quasi tutti i sabati sera, negli ultimi anni spesso anche facendo un po' di strada per venire a Milano, ma né a me né ad alcuno dei miei conoscenti è _mai_ capitato di venire controllati!!
    Aggiungo poi che la solita gente che viaggia in corsia centrale e/o zigzaga andrebbe comunque punita, che abbia bevuto o meno, ma se non puniamo nemmeno i reati oggettivi quando mai arriveremo anche solo a multare questa gente?

    RispondiElimina
  8. @Massimo:
    zigzagare e' una sciocchezza da punire, superare a destra e' legale da quando e' in vigore la legge che impone di occupare ___sempre___ la corsia piu' libera alla propria destra (non e' una mia opinione, e' proprio cosi', verificate anche voi con qualche esperto).

    In generale:
    compratevi un etilometro, bevete un bicchiere di vino e misurate subito dopo: sarete tutti positivi, anche se pesate 160 kili.

    Non condivido l'inasprimento delle pene, invece sarebbero da fare controlli ___sempre__; mi hanno misurato una sola volta, ero ok, ma da allora bevo max 1 birra e se ne bevo 2 aspetto che passi un tempo ragionevole, misuro il tasso e me ne torno a casa.

    Ciao
    mauro

    RispondiElimina
  9. io sono un italiano che sto in lituania e 2,3 volte l-anno vengo in italia vorrei dire che i cntrolli sono pochi e le pene so poco e male se mettessero piu forze dell.ordine e a tutte l.ore forse tante persone righerebbero diritte ne so qualcosa io che sto in lituania qui non scherzano fanno sul serio se sei ubriaco vai direttamente in galera x1 anno e senza patente a vita 1500 euro di multa e se ammazzi le persone becchi 30 anni .silva da vilnius

    RispondiElimina

Si è verificato un errore nel gadget

Qualche esperimento...