domenica, luglio 12, 2009

Dilettanti allo sbaraglio!


Razzolando tra i blog sono capitato su quello di tale Rino Pruiti che pontifica come fosse un grande esperto sulla produzione di energia nucleare.

Visto che sembra essere, da come esprime le sue sicurezze, un grande esperto gli ho chiesto quale fosse la sua preparazione specifica un un argomento tanto complesso.

La risposta mi ha lasciato basito:

bob, si io ho una preparazione specifica sull'argomento che mi deriva da circa 20 anni di interesse


Anch'io ho un amico che da anni legge tutto quello che trova di medicina perché da piccolo voleva fare il dottore, ma è finito a fare il cassiere in banca, ma no non mi farei mai operare da lui!

Dove è finito il concetto di professionalità?

bob

AGGIORNAMENTO

Chiedo scusa al signor Pruiti per avere sbagliato una lettera del suo nome, si è molto offeso e mi ha intimato di correggere "subito", pena la cancellazione dei miei post dal suo blog.

Quale sia la logica di un comportamento tantop cretino mi sfugge, ma caro PruiTi cancellami pure, ti assicuro che me ne farò una ragione. Resti comunque un delizioso "dilettante allo sbaraglio"!

SECONDO AGGIORNAMENTO

Il nostro dilettante di fronte alle mie risposte cosa fa? Avete indovinato, censura e non pubblica più i miei interventi!

Mah...

7 commenti:

  1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  2. mah .... siamo tutti dilettanti quando discutiamo di politica, di economia e persino di pallone ;-)

    credo che faccia parte della democrazia

    poi, se uno - a tuo avviso - sbaglia, correggilo: se non è d'accordo, boh ... magari non è neppure tutta colpa sua

    i toni potevsano essere più distesi ... ma forse entrambe le parti ...

    nel merito, tutto sommato sono però d'accordo con questo tipo

    il nucleare non mi sembra una soluzione:

    - in primis per i tempi di realizzazione (l'aver già scelto adesso la tecnologia senza neppure una gara mi sembra criminale)
    - poi per i costi (con quella somma potremmo modernizzare gli impianti esistenti e secondo me un 10/20% di capacità magari ci scapperebbe fuori lo stesso ....
    - poi per il fatto che il territorio italiano spingerebbe le centrali troppo vicino alle zone più abitate ... un incidente come quello di Tricastel nella Drome è gestibile, nelle risaie del vercellese (Trino) molto meno ....

    ciao

    RispondiElimina
  3. @doktor Il mio discorso qui non è sul merito, la mia domanda sulla preparazione specifica serviva solo per capire come mai in un argomento molto complesso e sul quale io, che la preparazione specifica la ho, ho molti dubbi potesse esprimere solo delle certezze.

    Mi ha colpito la risposta, il nostro amico poteva dire "Non ho preparazione, ma ho letto molto", invece no, esprime il bizzarro concetto di poter diventare un esperto "occupandosi di qualche cosa". Gli autodidatti sono ammirevoli, ma qui l'argomento non è adatto.

    Sul merito ripeto possiamo discutere a lungo, io non vedo molte alternative e i verdi, quelli seri, stanno per esempio facendo grandi passi indietro sul rinnovabile, leggi per esempio l'articolo su Internazionale in edicola oggi.

    La frase "bob, si io ho una preparazione specifica sull'argomento che mi deriva da circa 20 anni di interesse" è fantastica nella sua demenzialità!

    bob

    PS Sei mai stato a Tricasten? La valle del Rodano è una delle zone più popolose della Francia e più agricole. Del resto sai cosa mi fa incazzare? Priuti ci racconta che nella valle del Rodano non bevono più l'acqua che devono partare con le autobotti. La cosa è banalmente falsa, la precauzione è stata presa per qualche tempo e poi a seguito della analisi revocata. Ti pare un ateggiamento corretto???

    RispondiElimina
  4. Tempo fa mi ero trovato in una situazione simile commentando sui giornali l'accordo Italo-Francese sul nucleare. Ne avevo tratto un post sul mio blog che estendeva un po' il concetto ma che, di fatto, concorda con la tua analisi. Se ti interessa lo trovi qui.

    RispondiElimina
  5. Sono assolutamente in accordo con quanto hai esposto, sono persone totalmente irragionevoli e con un pizzico di arroganza che riesce anche a renderle fastidiose.

    RispondiElimina
  6. Il problema sta nella gente senza dubbi, un atteggiamento che persino Einstein defininì come proprio degli stupidi.

    Per esempio tutti i discrosi sul costo del nucleare mancano poi del finale: "Il nucleare ha costi proibitivi, la alternativa è ...".

    Daltronde la serietà di Pruiti si dimostra da sola!

    Tanto per fare un esempio lui mi scrive in un commento che a Tricastin non possono più bere l'acqua e che la portano con le autobotti, io segnalo che la cosa è stata vera per un certo periodo, ma che poi le analisi hanno dimostrato che non ci sono problemi e si continua a bere l'acqua della falda. Lui risponde semplicemente non publicando il mio intervento.

    Del resto uno che dice che non riesce a mettere commenti su questo blog fa solo la figura del cialtrone e da tempo ho imparato che con i cialtroni è inutile discutere.

    bob

    RispondiElimina
  7. Bob, e' il motivo per cui a suo tempo ti chiesi di eliminare la moderazione ex-ante dal tuo blog. Quando la subisci fa rodere; e' ben piu' che mancanza di onesta' intellettuale. Moderare le parole altrui non e' una cosa che puo' essere lasciata al primo cazzone che dispone dei privilegi necessari (9 euro/anno proposti da Aruba sono un prezzo troppo basso per comprarsi la liberta' altrui in aggiunta all'hosting).

    Gia' che ci sono: sulla necessita' di preparazione specifica pero' consentimi di dissentire da quanto dici. Guarda il grafico alla voce "informal learning" sulla wikipedia en. La preparazione su base esperenziale arriva piu' lontano e piu' in fretta... l'unica differenza tra le due e' che trasmettere l'esperienza si presta piu' facilmente ad errori di codifica (se scrivi un equazione non e' necessaria disambiguazione; se provi a descriverne il senso quantitativamente a chi non comprende la forma matematica e' probabile che sei meno esatto perche' non usi la forma piu' disciplinata). E quindi e' piu' facile finire a discutere del nulla...

    RispondiElimina

Si è verificato un errore nel gadget

Qualche esperimento...