venerdì, ottobre 23, 2009

La rete vista nel '95...



Complice un trasloco ho ritrovato documenti datati ed è saltato fuori questo articolo: si tratta di un commento fatto dalla rivista Azienda Banca nel 1995 su un mio intervento davanti a bancari e banchieri che malcelavano il loro prendermi per pazzo!

La mia idea che sarebbe stato possibile fare in Internet persino attività bancaria destava nel mondo bancario "curiosità e perplessità".

Avevo cominciato nel 1989 a portare avanti il progetto che avrebbe portato nel 1997 il banco Ambrosiano veneto essere la prima banca italiana, terza in Europa, a permettere di muovere denaro in rete.  Il primo pagamento fu l'affitto del mio studio...

Significativo della visione che si aveva allora della rete l'ipotesi di utilizzare non Internet, ma una rete proprietaria come quella che sperimentava Microsoft, e che non entrò mai in produzione, e la vecchia cara Compuserve, la prima rete che davvero si poteva usare dall'Europa ed era connessa a Internet.

E' stata una gran bella avventura...

bob

Per chi ha voglia con un click si può leggere l'articolo.

2 commenti:

  1. Da utente di MicroSoft Network di prima data, ricordo perfettamente il "poco" disponibile. Fino ad arrivare alla "nostra" sala italiana di conversazione, dove quei pochi pazzi che spendevano una fortuna di telecom, riuscivano a chattare. Era tanto evidente la tendenza verso un mondo collegato in rete. Talmente tanto da spingermi ad aprire quel primo piccolissimo provider quando ancora la gente usava il computer tutt'al piú per qualche giochino. Eppure la scommessa l'ho vinta :) Oggi tutte le imprese (o quasi) hanno un sito web e quasi tutti hanno una email...
    Un periodo d'oro che ricordo con orgoglio.

    RispondiElimina
  2. Che bello leggere queste vecchie riflessioni, quanto siamo cambiati.

    RispondiElimina

Si è verificato un errore nel gadget

Qualche esperimento...