mercoledì, giugno 19, 2013

La sindorme della torre d'avorio...


Abbiamo cominciato a discutere sui newsgroup, si discuteva tanto si discuteva animatamente, ma ben raramente ci si tirava indietro.   La rete allora era un fantastico posto dove si trovava gente che faceva altre cose e che partecipava alle discussioni in rete con il desiderio di comunicare e di crescere.

Poi la rete è diventata per qualcuno un modo per guadagnarsi da vivere ed allora la visibilità e la reputazione sono diventate importanti: la gente che dice "Ohhhhhh" quando parli ti fa molto comodo quelli che fanno domande sensate alle quali qualche volta è difficile rispondere no e allora cosa fanno i guru di casa nostra?

Ignorano, non partecipano alla discussione, non rispondono nemmeno per sbaglio e spesso ti bannano: pensare a un comportamento meno social è difficile!

La discussione con MCC sui bot è durata mesi, mai una risposta a nessuno!  Poi arriva Sacco della Bocconi che conferma i numeri accreditando una precisione incredibile, ma alla domanda su come abbia fatto non risponde.  Non più tardi di ieri ancora una domanda su altri argomenti, ad altre persone, nessuna risposta.



1 commento:

  1. A questo punto sarebbe il caso di chiedersi se qualche volta siano le domande ad avere qualche cosa che non va piuttosto che i soggetti ai quali le si pone.

    RispondiElimina

Si è verificato un errore nel gadget

Qualche esperimento...