domenica, giugno 26, 2011

Reti WIFI pubbliche gratuite solo nei sogni dei guru di casa nostra?


Sono reduce da un bel giro in Svezia, ho passato la maggior parte del mio tempo in grandi città come Stoccolma e Goteborg.

Come avevo fatto a suo tempo a Londra ho cercato le WIFI pubbliche di cui i guru di casa nostra tanto parlano e anche qui NON ESISTONO!

Ci si collega da qualche bar, da qualche albergo se si è clienti e da qualche negozio, le reti pubbliche cittadine dove ci sono permettono la connessione solo a pochissimi siti legati al turismo locale, il resto è a pagamento.

Esperimenti come questi ne ho fatti tra l'altro in giro per la Francia, dove mi collego dappertutto, ma solo perché ho un contratto SFR, in Inghilterra, a Tokio, Manhattan, San Francisco, Kiev, Budapest, Bratislava, Lugano... stessi risultati!

Dove diavolo sono le reti pubbliche aperte delle quali i vari guru di casa nostra parlano tanto ai convegni arrivando addirittura a chiedere le spine per il PC nei parchi?


Certo possiamo decidere di farle noi per primi, ma non è certo raccontando balle che si imposta un progetto...

4 commenti:

  1. Ah, su qeusto sono proprio d'accordo! Da cittadino, non sono mai riuscito a spiegarmi l'attaccamento, specie di certe nostre classi politiche, al wifi gratis in piazza. A che pro? perche'? ma de che'? ... facessero gli asili e pensassero alle scuole.
    Internet, io credo, e l'accesso ad esso e' un diritto, e deve essere libero, indipendente, neutrale ... ma chi lo vuole puo' pagare pochi euro al mese ... l'importante e' che ci sia l'accesso, di qualita', in quantita', ovunque ... ma preferisco pagare ed avere degli SLA (magari). Sono nel settore ICT, ma non sono un provider e non parlo per interesse.

    RispondiElimina
  2. Ciao Bob, qui trovi le info sul WiFi muicipalizzato e gratuito della città di Lugano:
    http://www.ail.ch/index/internet-home/wifi-lugano.htm

    RispondiElimina
  3. Completamente d'accordo.
    Le volte che vado all'estero il wi-fi quando lo trovo è spesso e volentieri a pagamento, tanto in Europa quanto in Cina (con la differenza però che in Cina se è a pagamento non costa un cavolo)

    2 anni fa sono andato in viaggio di nozze in america dopo anni che non ci andavo (così pensavo: chissà com'è evoluta adesso, con tutto quello che si sente) e anche li, nonostante gli hotels più che buoni la connessione era spesso a pagamento e in giro quasi del tutto assente. L'unica mia certezza erano gli Apple Store.

    RispondiElimina
  4. Dimenticavo, anche negli aeroporti USA, almeno per quanto riguarda la costa ovest, sempre connessioni a pagamento fatta eccezione per Las Vegas, dove è possibile però che senta molto anche la presenza di grandi fiere quali E3 e CES

    RispondiElimina

Si è verificato un errore nel gadget

Qualche esperimento...